Piano rifiuti entro dicembre, M5S: "Falso, bisogna ancora selezionare gli esperti"

A smentire le dichiarazioni fatte dal presidente della Regione, Nello Musumeci, è il deputato regionale Luigi Sunseri: "Sono arrivati oltre 800 curricula e le graduatorie non sono ancora definitive"

"Il piano dei rifiuti sarà pronto entro dicembre: è questo l’impegno che il mio governo ha assunto con i siciliani". A parlare, nel corso di un intervento al Festival del giornalismo enogastronomico di Galati Mamertino, è il presidente della Regione Nello Musumeci.

Promessa impossibile da mantenere secondo il deputato regionale del M5S Luigi Sunseri: “Affermare che il piano dei rifiuti, che la Sicilia attende da 20 anni, sarà pronto a dicembre, è falso". Il motivo è presto spiegato: "Gli uffici del dipartimento regionale ai Rifiuti non hanno ancora espletato le procedure per la selezione di 25 esperti, che la Regione vuole assumere per attività di assistenza e di supporto alla redazione del Piano di gestione dei rifiuti”. 

A gennaio, la Regione ha chiesto poteri speciali per la gestione dell'emergenza rifiuti e da allora opera in regime commissariale. L'avviso di selezione dei 25 consulenti, che costeranno alla Regione circa 1 milione 200 mila euro, è scaduto a luglio, mentre la durata dei contratti degli esperti va da un minimo di otto mesi a un massimo di 16. “Musumeci sa - conclude Sunseri - che sono pervenuti oltre 800 curricula e che le graduatorie non sono ancora definitive? E' evidente che in Sicilia sul fronte rifiuti ci sia solo caos e le parole del Governatore ne sono la dimostrazione. Delle due l'una: o Musumeci mente o non sa cosa fanno gli uffici”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento