Sì del Consiglio al recupero di Zen, Sperone e Borgo Nuovo: corsa contro il tempo per i progetti

Sala delle Lapidi ratifica l'accordo Comune-Regione per sbloccare 58 milioni di fondi ex Gescal. Le opere nei tre quartieri di periferia sono attese da un ventennio: entro l'estate due progetti in gara, il resto va a passo di lumaca. Forello e Argiroffi (Oso): "Vigileremo sui lavori". Avanti Insieme: "Giornata storica"

Il Consiglio comunale, riunito in videoconferenza, ha ratificato l'accordo di programma tra Comune e Regione per la riqualificazione urbana di Zen, Sperone e Borgo Nuovo. La delibera è passata con 20 favorevoli e un astenuto. Si sbloccano così oltre 58 milioni di euro di fondi ex Gescal da investire su 28 progetti di recupero di beni immobili, scuole, strade, centri sociali, spazi verdi e aree gioco in tre dei quartieri periferici più degradati della città. Nel dettaglio, la spesa prevista è così ripartita: 5,1 milioni per Borgo Nuovo, 28,7 milioni per lo Zen e 24,7 milioni per lo Sperone.

Gli interventi, attesi da un ventennio e rimasti imbrigliati in mille pastoie burocratiche, si faranno (adesso si spera concretamente) con fondi che finora il Comune non è stato in grado di spendere. Due sono i progetti che andranno in gara entro l’estate: quello da 10 milioni per il restauro del Baglio Mercadante allo Zen e quello da 7 milioni per la riqualificazione urbana in via De Felice allo Sperone. Entro tre anni il resto degli interventi deve andare in gara, ma la progettazione procede a passo di lumaca. Per recuperare i ritardi, il Comune si potrebbe appoggiare ai tecnici del Genio civile, come annunciato lo scorso mese dall'assessore regionale alle Infastrutture Marco Falcone. Entro cinque anni dovranno essere concluse tutte le opere. Si profila dunque una corsa contro il tempo.

"Abbiamo lavorato perché i 58 milioni questa volta possano essere spesi e possano restituire qualità a quartieri che meritano e aspettano da sempre. Dopo 20 anni è inaccettabile che la progettazione sia così indietro, col rischio di compromettere l'intera opera di riqualificazione" affermano Ugo Forello e Giulia Argiroffi (gruppo Oso), promettendo "verifiche periodiche sull’avanzamento dei lavori: Palermo non può permettersi altre perdite".

Al Consiglio comunale non è stato concesso spazio per dibattere sui 28 interventi, visti i tempi strettissimi per la presa d’atto. "Abbiamo però ritenuto doveroso - proseguono i consiglieri di Oso - presentare degli ordini del giorno che impegnano l’amministrazione a compensare varianti urbanistiche che purtroppo sacrificano aree verdi e servizi affinché si elimini il troppo degrado che rimane anche attorno alle aree oggetto di intervento. Che questo recupero di denari sia l’occasione per ridare dignità a tracce di vita civile in quartieri troppo spesso dimenticati da questa amministrazione".

"Oggi il Consiglio comunale, ratificando il nuovo piano di interventi, scrive una bella pagina per Palermo, della quale tutti dobbiamo andare orgogliosi" dicono i consiglieri del M5S Antonino Randazzo, Concetta Amella e Viviana Lo Monaco. "I quartieri San Filippo Neri, Sperone e Borgo Nuovo, dopo oltre 20 anni, si vedranno riconoscere investimenti per progetti di sviluppo di edilizia pubblica, che creeranno nuovi servizi per i cittadini".

"Oggi è una giornata storica per la città tutta. Finalmente, dopo un iter burocratico ventennale, in cui si è corso il rischio di perdere questi fondi, abbiamo potuto votare l’approvazione di 28 fondamentali interventi pubblici finanziati con 58 milioni di euro, che prevederanno lavori importantissimi per I quartieri Sperone, San Filippo Neri e Borgo Nuovo. Tra questi la costruzione di una scuola d’infanzia in via Patti, il completamento della rete fognaria allo Zen-San Filippo Neri e il recupero del Baglio Mercadante che diventerà un centro polifunzionale per I giovani del quartiere, la messa in sicurezza di tante scuole, come il plesso Maritain a Borgo Nuovo, le tre sezioni di scuola d’infanzia in via Pecori Giraldi, I plessi Mattarella e Randazzo allo Sperone e la scuola Sciascia. E ancora, sarà realizzato un parco verde attrezzato nel quartiere Sperone che prevede finalmente la costruzione di due nuove piscine comunali e la riqualificazione di aree verdi a Borgo Nuovo e allo Zen".

Così i consiglieri di Avanti Insieme Valentina Chinnici, Paolo Caracausi, Massimo Giaconia, Claudia Rini, Toni Sala, che aggiungono: "L’amministrazione dimostra così, tra l’altro, un’attenzione particolare per il mondo della scuola e per i bambini e I ragazzi della nostra città, realizzando opere importanti, strutturali ed efficaci contro la povertà educativa, che mirano a colmare le disuguaglianze e a offrire opportunità e dignità di vita per tutti I Palermitani. Per questo grande e concreto lavoro il Consiglio comunale tutto, e il nostro gruppo in particolare, ha mostrato apprezzamento e gratitudine unanime all’assessore Prestigiacomo e agli uffici, che hanno dimostrato come la sinergia e l’interlocuzione assidua con la Regione (in questo caso nella persona dell'assessore Falcone), possono portare a risultati fondamentali che segneranno una svolta per la nostra città".

Forza Italia esprime "grande soddisfazione per la ratifica, da parte del Consiglio comunale, dell’accordo di programma da 58 milioni di euro tra Regione e Comune di Palermo". In una nota i consiglieri azzurri si dicono "molto soddisfatti per l’approvazione di questo importante atto deliberativo che prevederà degli interventi rilevanti di riqualificazione urbana in tre zone della nostra città. Forza Italia ha creduto a questa possibilità e si è impegnata tanto a tutti i livelli affinché si addivenisse a un risultato positivo per la nostra città. Abbiamo infatti ravvisato sin da subito la piena disponibilità dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, il quale ha contribuito in maniera attiva e proficua a segnare una buona pagina di politica e di buona amministrazione nell’interesse dei cittadini palermitani. Adesso bisogna accelerare la fase progettuale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento