Cracolici e Lupo scaricano Crocetta: il Pd ritira il sostegno al Governo

La direzione ha votato a maggioranza la relazione del segretario regionale Giuseppe Lupo: soltanto sette i voti contrari. Gli assessori Bianchi (Economia), Scilabra (Formazione), Lobello (Ambiente) e Bartolotta (Infratrutture)invitati a dimettersi. Il Governatore: "Sono esterrefatto"

Antonello Cracolici

Il Pd ritira il sostegno in Sicilia al governo di Rosario Crocetta. La direzione ha votato a maggioranza la relazione del segretario regionale Giuseppe Lupo; soltanto sette i voti contrari. Con questo voto, il partito chiede ai quattro assessori che lo rappresenta in giunta di dimettersi: si tratta di Luca Bianchi (Economia), Nelli Scilabra (Formazione), Mariella Lobello (Ambiente) e Nino Bartolotta (Infratrutture). Chi non lo farà rimarrà a titolo personale e sarà deferito ai garanti del partito.

Dura la replica di Crocetta. "Sono esterrefatto - afferma -. In uno dei momenti più dolorosi della mia vita, con due agenti di scorta in rianimazione, mi trovo davanti al muro di gomma di un pezzo dei dirigenti del Pd. Mi tolgono sostegno? Si assumano responsabilità storica, io vado avanti, ho il mandato del popolo siciliano e della base del partito".

PRIMA DELLA DIREZIONE DEL PARTITO - Mai stati così lontani. La rottura totale tra Crocetta e il Pd era tangibile già prima dell'inizio prima della direzione regionale del partito, almeno a sentire le parole del segretario regionale Giuseppe Lupo e del deputato parlamentare Antonello Cracolici. “Prendiamo atto – afferma Lupo - che di fatto è il Presidente della Regione ad avere preso le distanze dal Pd e questo ci dispiace molto. Ma ovviamente questo peserà nei rapporti tra partito e Governo”. Rincara la dose Cracolici: “Prendiamo atto che Crocetta non vuole fare il rimpasto, anche perchè non l'abbiamo chiesto. Non parteciperemo al vertice di maggioranza previsto per mercoledì prossimo”.

Le stilettate al Governatore sono arrivate dai due dirigenti prima della direzione del partito in via Bentivegna. “In questi mesi – ha continuato Lupo - lo abbiamo (Crocetta ndr) sostenuto con forza e anche in settimana abbiamo proposto rafforzamento della Giunta per aiutarlo a governare meglio la Sicilia che ha tante esigenze. Ovviamente, preso atto della presa di distanza dal Pd rispetto alle nostre proposte il gruppo parlamentare del Pd agirà di conseguenza. Ci sentiamo certamente vincolati da un'alleanza positiva con l'Udc che con noi ha vinto le elezioni regionali e vogliamo coltivare un rapporto positivo con le forze che con noi possono costruire davvero un'alternativa forte alla destra per un progetto di riforme e di cambiamento”.

“Abbiamo chiesto un rafforzamento politico – spiega invece Cracolici - perchè riteniamo la giunta inadeguata in questo momento rispetto ai problemi della Sicilia. Crocetta la pensa diversamente. E' legittimo. Vada avanti. Lui pensa di essere a capo del governo migliore dal dopoguerra ad oggi - ha concluso Cracolici – ma i siciliani devono sapere che il Pd pensa una cosa diversa da quella che farà Crocetta nei prossimi giorni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Stress? Rabbia? Arriva a Palermo la Rage Room, la stanza dove puoi spaccare tutto

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

Torna su
PalermoToday è in caricamento