"Profondi legami tra Palermo e Germania": Orlando riceve ministro tedesco

Il sindaco ha accolto a Palazzo delle Aquile Heiko Maas, che è stato in Sicilia in occasione della Festa dell'Europa

Il sindaco Leoluca Orlando ha ricevuto ieri sera a Palazzo delle Aquile il Ministro degli esteri della Repubblica federale di Germania, Heiko Maas, che è stato in Sicilia in occasione della Festa dell'Europa, accompagnato dall'ambasciatore tedesco in italia, Viktor Elbling.

Ad accogliere il Ministro, una rappresentanza di operatori culturali, artistici ed imprenditoriali palermitani che operano anche in ambito internazionale. "Sono grato al Ministro  - ha dichiarato il Sindaco - per la scelta di vivere nella nostra Regione e nella nostra città il 9 maggio, Festa dell'Europa. È un segno di attenzione che conferma la rinnovata visibilità e credibilità di Palermo. È stato certamente un momento per ribadire l'importanza dell'incontro e del dialogo fra Stati, istituzioni e popoli europei; un modo per riaffermare i profondi legami che, anche grazie all'Europa, legano la realtà tedesca e le realtà siciliana e palermitana”.  

Potrebbe interessarti

  • Pesciolini d'argento, piccoli ma così fastidiosi: come eliminarli dalle case palermitane

  • Al sole sì ma con il filtro giusto, cosa non deve (mai) contenere una crema solare

  • Che rumori, questa casa non è un inferno: come insonorizzare un'abitazione a Palermo

  • Addio pelle secca, cosa fare (e non) per scongiurarla anche con prodotti naturali

I più letti della settimana

  • Incidente in corso dei Mille, scontro fra un'auto e uno scooter: morto un giovane

  • Lo Stato vende 30 immobili in Sicilia, quattro le occasioni a Palermo e provincia  

  • Sferracavallo, stuprata mentre aspetta il treno per l'aeroporto: fermato diciannovenne

  • L'incidente di corso dei Mille, muore in ospedale anche il cugino di Montesano

  • Via Roma, mostra il dito medio alla polizia: arrestato dopo un parapiglia

  • Incidente sulla Palermo-Catania, si ribaltano due mezzi: una ferita

Torna su
PalermoToday è in caricamento