Nuti: "Stop agli stipendifici nelle società partecipate"

Lo sfogo del deputato M5S: "Tutti lo dicono, ma nessuno fa niente perché a tutti fa comodo avere un bacino elettorale a disposizione. Ecco perché, ora più che mai, è necessario bloccare le assunzioni nelle società a partecipazione locale"

"Non se ne può più degli incredibili stipendifici nelle società pubbliche: tutti lo dicono, ma nessuno fa niente perché a tutti fa comodo avere un bacino elettorale a disposizione. Ecco perché, ora più che mai, è necessario bloccare le assunzioni nelle società a partecipazione locale". È quanto dichiara il deputato M5S Riccardo Nuti, che ha presentato a riguardo un emendamento alla legge di Bilancio, che verrà votato in questi giorni.

"Nello specifico – chiarisce Nuti – il mio emendamento prevede che le società che hanno un rapporto di spesa per il personale sul totale delle spese pari o superiore al 50%, non possano più fare assunzioni, stabilendo inoltre una sanzione in caso di inosservanza. Un provvedimento urgente e necessario perché non se ne può più di incredibili sperperi di denaro pubblico per sistemare amici e compari unicamente per fini elettorali. I dati pubblicati in questi giorni dalla Corte dei conti sono chiari: se consideriamo gli enti a totale partecipazione pubblica, l’incidenza dei costi per il personale supera il 60%, specie al Sud. Prendiamo il caso siciliano: oltre 12mila dipendenti per 57 società considerate dalla Corte. Siamo alla follia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nuti conclude: "Siamo ormai alle battute finali di questa legislatura. Il governo e la maggioranza hanno la possibilità, dopo cinque anni di disastri in ogni campo, di lasciare un segno tangibile e concreto. Voglio sperare che il Pd non sia tanto folle da sprecare anche questa occasione. Vedremo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, prima vittima a Palermo: 55enne muore all'ospedale Civico

  • Un altro caso di Coronavirus fa tremare Comdata, donna positiva: "Ora la situazione è grave"

  • Virus, sui social si pianifica l'assalto ai supermercati: in campo polizia e carabinieri

  • Coronavirus, in Sicilia già venti morti: salgono a 846 i contagiati, 125 più di ieri

  • Incidente in via Basile, investito da un automobilista che scappa: morto 57enne

  • Coronavirus, furia Musumeci in tv: "La Sicilia è chiusa, da noi per avere dei diritti bisogna gridare"

Torna su
PalermoToday è in caricamento