Rivoluzione nella giunta comunale di Carini: sostituiti quattro assessori

Entrano Fosca Giambanco, Francesco Palazzolo, Salvo Manicioto e Angelo Salemi ed escono Claudio Armetta, Luca Senapa, Marika Sciarrino e Franco Candela. Il sindaco Monteleone: "Nuova spinta al prosieguo dell'attività amministrativa nel suo complesso"

La nuova giunta

Rivoluzione nella giunta comunale di Carini: sostituiti quattro assessori. La decisione del sindaco Giovì Monteleone di sostituire i componenti della sua squadra è maturata dopo che un assessore si è dimesso e altri hanno lasciato intendere che erano pronti a farlo. A spiegarlo, con u post su Facebook, è il primo cittadino stesso: "E' venuta meno quella serenità all'interno dell'organo di governo, che fin qui ha consentito di affrontare problemi, avanzare soluzioni e centrare importanti obiettivi programmatici pur con limitatissime risorse finanziarie. Oggi come ieri, così come nelle settimane a venire, l'azione amministrativa sarà protesa all'approvazione dei bilanci e alla stabilizzazione contrattuale di quei lavoratori 'precari' che quotidianamente e da anni garantiscono i servizi comunali con spirito di servizio e professionalità, nonostante proprio l'ordinamento giuridico li abbia di fatto discriminati e privati di diritti attraverso il precariato. L'esigenza di lavorare con serenità e affiatamento alla risoluzione di queste priorità, nonché di garantire la continuità dell'azione amministrativa, non può essere condizionata da ulteriori atti interruttivi, decisioni rinviate, dimissioni annunciate, scaglionate, postdatate o procrastinate nel tempo".

Due gli assessori riconfermati: Salvatore Badalamenti e Alessandro Gambino. I nuovi ingressi: Fosca Giambanco, ingegnere, alla quale è stata assegnata la delega all’Informatizzazione dei servizi, alla mobilità urbana e polizia municipale; Francesco Palazzolo, avvocato, si occuperà di sport, spettacolo, turismo e promozione del territorio; Salvo Manicioto, impiegato, guiderà i settori dell’edilizia privata e popolare, sanatoria, servizi demografici, manutenzione e lotta al randagismo; Angelo Salemi, commercialista, ha avuto le deleghe al Bilancio e tributi. 

Il vicesindaco Badalamenti continuerà ad occuparsi Politiche sociali, attività e beni culturali, pubblica istruzione e urban center; mentre l’assessore Gambino ricopre le deleghe alle attività produttive, patrimonio, anagrafe, affari legali e personale. Fuori dalla giunta: Claudio Armetta, Luca Senapa, Marika Sciarrino e Franco Candela.

"La nuova Giunta, composta in gran parte da giovani professionisti, radicati nel territorio, portatori di conoscenze e competenze diverse, sono sicuro - commenta Monteleone - costituirà un valore aggiunto e una nuova spinta sia per il raggiungimento degli obiettivi citati, sia per il prosieguo dell'attività amministrativa nel suo complesso. E' doveroso ringraziare, a nome della comunità, gli assessori uscenti per il lavoro svolto e per l'impegno profuso in questi tre anni e mezzo vissuti assieme, durante i quali abbiamo affrontato vere e proprie emergenze e raggiunto importanti risultati. Alla nuova Giunta faccio i migliori auguri di buon lavoro, certo che si lavorerà, con senso del dovere e con diligenza nell'esclusivo interesse generale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Via Marchese di Roccaforte, comprano borragine ma è mandragora: gravi madre e figlia

Torna su
PalermoToday è in caricamento