"No Orlando day", petizione della Lega contro il sindaco: "Città vittima di un potere malsano"

Domenica in città saranno allestiti 11 gazebo, in provincia banchetti a Bagheria, Monreale, Belmonte e Cefalù. L'iniziativa è organizzata dal commissario del Carroccio in Sicilia, Stefano Candiani, dal responsabile enti locali Igor Gelarda. Ecco dove poter firmare

Gelarda e Candiani

"No Orlando day". E' questo il nome dell'iniziativa organizzata della Lega domenica a Palermo e in alcuni Comuni della provincia. Nei gazebo, i cittadini potranno firmare la petizione per chiedere le dimissioni del sindaco. Ad annunciarlo, il commissario della Lega in Sicilia, senatore Stefano Candiani, ed Igor Gelarda, responsabile regionale enti locali e capogruppo in Consiglio comunale.

Gli iscritti e i sostenitori della Lega si mobiliteranno a Palermo con undici gazebo, ma anche a Monreale, Bagheria, Belmonte Mezzagno e Cefalù per una "raccolta firme contro l’operato del sindaco Leoluca Orlando - dicono Candiani e Gelarda - noto alle cronache più per le polemiche strumentali sollevate ultimante, che per il suo operato a favore dei palermitani. Un sindaco che si permette di andare apertamente contro una legge dello Stato, non è un sindaco rispettoso delle istituzioni e dei suoi cittadini". 

A Palermo, i gazebo saranno aperti domenica dalle 9 alle 13 in piazza Alcide De Gasperi, corso Vittorio Emenuele all'angolo con via Roma, piazza Sant'Antonio, via Maqueda ad angolo con via Napoli, via Lincoln ad angolo con via Nicolò Cervello, piazza Matteo Boiardo, via Libertà ad angolo con piazza Castelnuovo, via Magliocco (via Ruggero Settimo), piazza Santa Cristina a Borgo Nuovo, piazza Marina a Sferracavallo. Sempre domenica, a Bagheria gazebo dalle 9 alle 20 in corso Umberto; a Belmonte Mezzagno dalle 10 alle 13 in piazza Garibaldi; a Cefalù dalle 9 alle 21 in piazza Garibaldi. A Monreale, invece, il gazebo sarà aperto sabato 9 febbraio dalle 16 alle 20 in piazzetta Vaglica.

"Palermo vive da anni una situazione insostenibile e gli effetti negativi sono sotto gli occhi di tutti - dicono Candiani e Gelarda -. Le strade della città sommerse da rifiuti maleodoranti a marcire per giorni sotto le finestre di abitazioni e attività, fotografie desolanti che creano un danno inestimabile per Palermo, che ne esce fortemente ridimensionata nonostante le sue grandi potenzialità. La manutenzione delle strade continua ad essere ignorata dal sindaco, così come ignora i palermitani stessi in coda per le case popolari o per accedere ai contributi comunali". 

"Palermo è in fondo a tutte le classifiche sulla qualità della vita in Italia - aggiungono i rappresentanti leghisti - . Orlando non è il sindaco di Palermo, ma l’ambasciatore dei palermitani nel mondo: una carica che alla città non serve. Palermo merita un primo cittadino che la ami e che la rispetti, che si adoperi per i palermitani. Serve in sostanza una persona che non faccia inutili polemiche televisive per avere un minimo di visibilità, se poi al suo popolo non pensa". Per questi motivi e per tante altre ragioni - concludono Candiani e Gelarda - chiediamo a cittadini di firmare la petizione contro il sindaco Orlando. Un tentativo di riscatto per mandare a casa chi, in tutti questi anni, ha reso la città vittima di un potere malsano. Un modo per dire: Orlando vattene”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (20)

  • Non la finirei di dire maaaah e booooh,leghisti di m......

  • Avatar anonimo di Mir
    Mir

    Sì che levate quel dinosauro con una raccolta firma della lega ..mi pare difficile certo che senza simboli di partito avreste raccolto molte più firme...ormai solo gli psicotici quattro pseudo rincomunisti  gli abusivi e i nullafacenti benestanti dei centri sociali sostengono il clown. .ma il clown sa cm muoversi tra lecchini e fanghi e la spunta sempre purtroppo..vedi elezioni

  • non vedo il mio commento

  • Ottima e doverosa iniziativa. Molto bene, un sindaco che NON amministra Palermo e contribuisce al baratro della città merita di andare in pensione definitiva. Sarebbe davvero ora di VOLTARE PAGINA, i palermitani onesti, rispettosi delle regole di convivenza civile e che non hanno "intrallazzi" o "debiti di riconoscenza" con questa amministrazione HANNO IL DOVERE MORALE di chiederne le DIMISSIONI per palese e manifesta INCAPACITÀ AD AMMINISTRARE. Palermo è diventata la nuova "Calcutta"

  • Schifo leghisti siciliani siete ASCARI

  • Avatar anonimo di Natan
    Natan

    Non sprecate denaro pubblico, queste petizioni non servono a niente e lo sapete benissimo.  purtroppo l'ignorante è sempre dietro l'angolo. 

  • Avatar anonimo di Lino
    Lino

    Siete ridicoli  i siciliani leghisti altra buffonata in corso x prendere voti siete tutti uguali

    • to cumpari ollando invece ...non è uguale e solo un manciataru ..

      • Avatar anonimo di lino
        lino

        infatti se hai capito ciò che leggi sono tutti uguali quindi tutti manciatari

  • Sarò puntuale ..!! volete che firmi col sangue ..!!

  • Avatar anonimo di blaise
    blaise

    Voi della lega non vi vogliamo qua a Palermo...andate altrove...

    • si ..invece a to cumpari ollando ..lo vogliamo ...!!!

  • Avatar anonimo di Franco
    Franco

    La Lega a Palermo...vergogna

    • invece i comunisti col rolex come te vergogna non ne hanno ...!!

  • Maaaahhhh

    • ?mahh chi vo riri ...

  • vorrei dividerli in 1000000 pezzi per mettete 1000000 firme!Vattene

  • Avatar anonimo di Fabrizio
    Fabrizio

    Ma che c'entra la lega in Sicilia, a Palermo, se fino a pochi mesi fa, eravamo noi del sud, la feccia, la pestilenza dell'Italia "del nord" giustamente, perché dalla padania "sic!" in giù, eravamo tutti ladroni , naturalmente. Ora siamo tutti fratelli. Siamo al capolinea. A prescindere piaccia o non piaccia. Orlando. 

    • tutti uniti contro tuo compare ollando ..!!

  • I gazebo dovrebbero esserci anche nelle ore pomeridiane.

Notizie di oggi

  • Politica

    Musumeci: "Per risollevare la Sicilia serve il bisturi, che sia una Pasqua di resurrezione"

  • Cronaca

    "Era ubriaco", Antonio Ingroia bloccato all'aeroporto di Parigi

  • Cronaca

    Il ritardo dell’aereo, lo scalo a Bergamo e il viaggio in pullman: 8 ore per raggiungere Venezia

  • Cronaca

    A maggio un piano straordinario per ripulire la città, si parte dalle periferie

I più letti della settimana

  • "Mi stanno ammazzando": i boia spaccavano le ossa nella stanza degli orrori di via Imera

  • La banda dei falsi incidenti: mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, 42 arresti

  • Mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, i nomi degli arrestati

  • Omicidio in zona via Notarbartolo, strangola la compagna dopo una lite e si costituisce

  • Uccisa dal compagno perché si è rifiutata di fare sesso: "L'ho strozzata con tutta la forza"

  • Incidente in via Lanza di Scalea, auto contromano si schianta contro moto: due feriti

Torna su
PalermoToday è in caricamento