Lercara, il neo sindaco Luciano Marino subito al lavoro: assegnate le deleghe di giunta

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Non ha perso tempo il neo sindaco di Lercara Friddi, Luciano Marino, eletto con più di mille preferenze di scarto sull’uscente Giuseppe Ferrara. Il giovane Sindaco si è insediato all’indomani della tornata elettorale ed ha subito iniziato un tour de force per verificare lo stato di salute del comune ereditato grazie al favore degli elettori lercaresi. Dopo le presentazioni di rito con i capi area, del comune in provincia di Palermo, il neo sindaco ha messo in campo una task force presso l’ufficio di ragioneria per mettere mano al bilancio comunale, ed evitare in questo modo l’esercizio provvisorio, che metterebbe ulteriormente in ginocchio la macchina amministrativa della cittadina. “Un bilancio tutto da comporre - dice Marino - ma stiamo lavorando giorno e notte per poter presentare un documento coerente in occasione del primo consiglio comunale”.

Anche sul fronte giunta non ha perso tempo, e nella giornata di ieri (ndr. 14 giugno) dopo appena tre giorni dall’insediamento ha dato le deleghe agli assessori che comporranno la giunta comunale, ed inoltre la presidenza del consiglio comunale e la vice presidenza. Gli assessori sono stati nominati tutti dagli eletti in consiglio ed hanno espressamente dichiarato che dichiarato che si dimetteranno dalla carica di consiglieri per lasciare spazio agli altri componenti della lista Lercara in comune, che appoggia il sindaco. “Per la prima volta prevale il concetto di squadra e gli individualismi hanno lasciato il posto alla progettazione e collaborazione collettiva - dice il sindaco, che aggiunge - un plauso particolare va riconosciuto a Giuseppe Rizzo, che nella prima riunione di gruppo ha rimesso la sua nomina da assessore per dare spazio a quei consiglieri che nella tornata elettorale hanno ottenuto un riscontro maggiore in termini di voti. La squadra sarà comunque salvaguardata in quanto gli assessori nominati si dimetteranno dalla carica di consigliere permettendo ai quattro consiglieri rimasti fuori di poter sedere tra i banchi del consiglio comunale”.

Questo il quadro delle nomine assessoriali: Concetta Nicosia si occuperà di Politiche sociali e ricoprirà il ruolo di vice sindaco, Ciro Caltabellotta si occuperà di Politiche Promozionali e attività Produttive, a Rosario Oliveri vanno le politiche educative e giovanili ed in ultimo Salvatore Rotolo a cui vanno le Politiche territoriali ed i lavori pubblici. Ricoprirà la carica di Presidente del Consiglio Comunale Francesco La Rosa, sua vice sarà Erika Romano. Chiare le attività da pianificare per i primi cento giorni di amministrazione, che saranno interessati da un’intenso piano di razionalizzazione delle spese e di ri-collegamento con tutto il territorio comunale. Particolare attenzione sarà data alla programmazione delle attività estive, in quanto volano di larga parte delle attività produttive e commerciali. Sarà inoltre pianificata una rimodulazione degli interventi per migliorare l’aspetto delle strade e del verde urbano. “C’è molto lavoro da fare - dice il Presidente del Consiglio Francesco La Rosa - ma questa squadra di giovani consiglieri sta dimostrando sin da subito di avere le idee chiare, senza farsi intimorire dai sacrifici e dagli impegni che questi comportano, con l’obbiettivo di migliorare il nostro paese”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento