Caso Montante, l'affondo di Musumeci: "Era Lumia il dominus della Regione"

Secondo il governatore, sentito dalla commissione regionale antimafia, l'ex presidente degli industriali siciliani avrebbe rappresentato "solo gli interessi di pezzi dell'imprenditoria". Il ruolo "di peso" spettava invece all'esponente Pd

Nello Musumeci

"Più che un 'sistema Montante' c'era in Sicilia un vero e proprio 'sistema Lumia'. Era lui il dominus della macchina regionale. Mentre Montante rappresentava solo gli interessi di pezzi dell'imprenditoria siciliana". A dirlo, davanti alla Commissione regionale antimafia all'Ars, è il presidente della Regione Nello Musumeci, ascoltato nell'ambito dell'indagine sul cosiddetto "sistema Montante".

Secondo quanto riferito dal Presidente della commissione regionale Claudio Fava, Musumeci  avrebbe parlato per quasi due ore della situazione regionale quando lui era all'opposizione. Riferendosi al suo predecessore Rosario Crocetta, Musumeci lo ha definito "Un pezzo della burocrazia della Regione".

"Più che un 'Sistema Montante' dalle audizioni della commissione regionale antimafia sta emergendo un 'Sistema Lumia, cioè una forte 
paternità politica nella creazione della governance parallela della Regione siciliana", ha riferito Fava al termine dell'audizione. "Avremmo voluto ascoltare tutti i governatori del passato - ha aggiunto Fava - Abbiamo ascoltato Lombardo ed avremmo voluto ascoltare anche Crocetta, che però ha declinato l'invito. Musumeci ci ha tracciato un percorso come deputato dell'opposizione prima e presidente della Regione,  parlando con assoluta franchezza di un 'sistema Lumia', ovvero una  forte paternità politica nella creazione di questo cerchio magico e della governance parallela alla quale partecipavano, secondo ciò che  ci ha ricostruito Musumeci e confermato anche da diverse altre  audizioni, diversi 'pezzi', istituzionali e non, che si sono raccolti attorno a Montante". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Senza peli sulla lingua, avanti tutta!

Notizie di oggi

  • Mafia

    Le mani della mafia sull'ippodromo, gare decise dai boss: 9 arresti

  • Cronaca

    Droga da Napoli a Palermo, annullate le condanne: c'è anche un fedelissimo di Messina Denaro

  • Video

    Cala e Borgo, la differenziata c'è ma non si vede: cumuli di rifiuti al posto dei cassonetti | VIDEO

  • Politica

    Palermo Capitale della cultura, il Presidente Mattarella in città per la cerimonia conclusiva

I più letti della settimana

  • "Le chiamate arancine? Non vendetele", Antica Focacceria stoppata a Catania

  • Incidente a Verona, con la moto contro un Suv: muore palermitano di 23 anni

  • "Ma qua volete stare gratis? Smontate tutto": quando la mafia fa chiudere i ristoranti

  • Tragedia a Monreale, ventenne trovato morto nel suo letto

  • Una mattinata di ordinaria follia: ruba auto a una donna, poi fugge e si schianta alla Noce

  • Si ribella al pizzo, filma il suo estorsore con una telecamera nascosta e lo fa arrestare

Torna su
PalermoToday è in caricamento