Consiglieri comunali uniti per Radio Radicale: "Emittente va salvata"

Il servizio rischia l'interruzione delle attività a seguito del mancato rinnovo della convenzione con lo Stato. Fabrizio Ferrandelli primo firmatario di una mozione per salvarla, approvata da Sala delle Lapidi all'unanimità: "Doveroso lanciare un segnale forte da Palermo"

Consiglieri comunali di maggioranza e opposizione uniti per Radio Radicale che rischia l'interruzione delle attività a seguito del mancato rinnovo della convenzione con lo Stato. Sala delle Lapidi ieri ha approvato all'unanimità una mozione, che vede come primo firmatario Fabrizio Ferrandelli, per salvarla. A favore del documento si erano espressi sia il sindaco Leoluca Orlando sia il presidente del Consiglio comunale Totò Orlando.

"Era doveroso - commenta Ferrandelli - lanciare un segnale forte, proprio da Palermo e dal consiglio comunale per la tutela di un servizio come quello di Radio Radicale, che da decenni informa sull'attività delle principali istituzioni, sui più importanti processi e su importanti eventi culturali e sociali. Ringrazio tutti i colleghi consiglieri che si sono fatti portavoce degli aderenti all’appello del comitato 'Esistono i diritti', tra cui il sindaco Leoluca Orlando, per aver sottoscritto e votato la mozione. Un segno, questo, che conferma che, sul tema dei diritti, vi sono obiettivi comuni e condivisi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento