Migranti, torna l'armonia tra Orlando e Roma: "Ritroviamo credibilità internazionale"

Il primo cittadino, che ha sempre criticato duramente le posizioni dell'ex ministro dell'Interno Salvini, guarda con favore all'azione del successore Luciana Lamorgese. Al vertice di Malta si è trovata l'intesa sulle proposte dell'Italia su redistribuzione e rimpatri

"Al primo meeting internazionale in materia di sicurezza cui partecipa, il nuovo Governo con il ministro Lamorgese porta a casa un risultato che dimostra come le polemiche di questi mesi non avevano nulla a che vedere né con la sicurezza né con i migranti, ma servivano solo a distogliere l'attenzione dell'opinione pubblica dai veri problemi dell'Europa e dell'Italia". Lo dice il sindaco Leoluca Orlando, commentando il risultato raggiunto nel corso del vertice dei ministri dell'Interno europei a Malta per il quale accoglienza e rimpatri spettano a tutti, non solo ai Paesi di approdo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Orlando, che aveva ingaggiato un duro scontro con l'ex ministro Salvini proprio in tema di migranti e accoglienza, guarda con favore al nuovo corso. "Finalmente - dice Orlando- il nostro Paese ritrova la propria credibilità internazionale grazie a un attento lavoro politico ed anche grazie al lavoro fatto da tante amministrazioni comunali e dalla società civile che hanno contrastato la deriva xenofoba di marca leghista, affermando a livello internazionale l'esistenza e la forza di un'Italia accogliente e lungimirante. Finalmente si garantirà il diritto alla vita e il dovere del salvataggio delle vite umane e sarà assicurata un'equa redistribuzione dei migranti sul territorio europeo. È un passo importante, ma è soltanto il primo passo. Adesso bisogna affrontare il tema complessivo della presenza dei migranti all'interno dell'Unione Europea, perché cessi qualsiasi forma di ostacolo, per non dire persecuzione, nei confronti di chi salva vite umane e perché si costruiscano condizioni di visibilità, integrazione e riconoscimento dei diritti dei migranti come condizioni per costruire condizioni di vera sicurezza della nostra comunità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Via dell'Arsenale, donna si lancia dal balcone e muore

  • Malore mentre fa il bagno al mare, morta una donna a Mondello

  • Gli cancellano i voli, palermitano in Polonia reagisce a pedalate: "Tornerò a casa in bici"

  • Bimbo cade dal letto e muore a soli 10 mesi, i suoi organi salvano due vite

  • Con lo scooter investì e uccise un anziano e il suo cane, morto un trentenne

Torna su
PalermoToday è in caricamento