Migranti, Miccichè a testa bassa contro Salvini: "Non sei razzista, sei solo uno str..."

Il presidente dell'Ars interviene con un post su Facebook sul caso dei migranti ancora a bordo della nave Diciotti: "Ti auguro di riuscire a provare vergogna". Reazione della Lega: "Toni violenti e linguaggio indecoroso, parla uno dei protagonisti in negativo della politica siciliana"

Gianfranco Miccichè

"Salvini non sei razzista: sei solo stronzo". E' firmata Gianfranco Miccichè la bordata al ministro dell'Interno. Il presidente dell'Ars, senza giri di parole, attacca a testa bassa il leader della Lega. Lo fa con un post su Facebook che rende ancora più "infuocato" il dibattito politico sulla sui migranti ancora a bordo della nave Diciotti della guardia costiera. 

Scrive Miccichè: "Matteo Salvini, dici di non temere l'intervento del Presidente della Repubblica, quello del Primo Ministro, o quello di un Procuratore. Io non ti auguro un'indagine per sequestro di persona. Ti auguro di riuscire a provare vergogna. Non so come tu riesca a dormire al pensiero di quanta sofferenza si stia procurando nel tuo nome. Salvini, non ti stai comportando da ministro di una democrazia occidentale, civile: non stai difendendo i confini d'Italia, perché persino l'ultimo dei soldati in guerra avrebbe pietà di un civile inerme, ferito, indifeso".

Quarto giorno della Diciotti al porto di Catania

"Salvini - rincara la dose il presidente dell'Ars e coordinatore di Forza Italia in Sicilia - non agisci così perché intollerante o razzista. Perché nel lasciare 150 persone per tre giorni in balìa di malattie e stenti su una nave non c'entra niente la razza o la diversità, c'entra l'essere disumani, sadici. E per cosa poi, per prendere 100 voti in più? Salvini, fattene una ragione, non sei razzista: sei solo stronzo".

Parole che hanno subito scatenato polemiche e reazioni. Con una nota ufficiale, la Lega siciliana esprime "sentimenti di vergogna per i toni violenti e il linguaggio indecoroso che offende l'intero parlamento siciliano, un senato tra i più ricchi di storia al mondo. Conoscendo bene il soggetto, pur trattandosi di dichiarazioni stupefacenti non siamo invece meravigliati della sua condotta, considerato che ci troviamo di fronte ad uno dei principali protagonisti in negativo della storia politica siciliana. E le condizioni in cui versa la nostra splendida Isola dopo che costui negli ultimi trent'anni ha ricoperto quasi tutte le cariche istituzionali esistenti, lo testimoniano da sè. Lui che da sempre è stato un esempio negativo per la politica siciliana si permette oggi di attaccare chi sta dando una svolta vera a questo Paese. Speriamo che il presidente Musumeci non faccia passare in silenzio questa inqualificabile aggressione verbale sferrata dalla seconda carica istituzionale della Regione Siciliana".

3migranti a bordo della diciotti-2

"Sono profondamente dispiaciuto e fortemente deluso dalle parole usate da Miccichè nei confronti del vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini - dichiara Tony Rizzotto, deputato della Lega all'Ars - per una posizione che il presidente dell'Ars può anche non condividere, ma che è frutto di una scelta politica del governo nazionale volta a sensibilizzare gli Stati dell'Ue affinché collaborino con l'Italia nella gestione del problema dell'immigrazione. Sono ingiustificati, e certamente poco consoni alla carica ricoperta, i toni usati da Miccichè nei confronti del ministro dell'Interno, perché un politico navigato come il presidente dell'Ars dovrebbe sapere che questi atteggiamenti offensivi e provocatori non migliorano i rapporti politici ma possono solo peggiorarli".  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poliziotto della questura di Palermo si suicida lanciandosi da un viadotto

  • Incidente stradale, morta a 42 anni ginecologa palermitana

  • Pestato durante una lite con la moglie, 41enne muore al Civico

  • Ferragosto tragico: si tuffa in mare e muore annegato ad Aspra

  • "Addio Lando": è morto il proprietario del Break

  • Papireto, tenta suicidio ma si schianta al piano di sotto: ferita una donna

Torna su
PalermoToday è in caricamento