venerdì, 25 aprile 16℃

Massimo Costa dopo le elezioni: "Nessun debito e rifarei tutto"

Nel corso di un'intervista rilasciata a Livesicilia, l'ex candidato a sindaco parla a ruota libera degli aspetti che hanno caratterizzato la sua campagna elettorale: "Mammina? Non ci vedo niente di strano"

Redazione24 maggio 2012
1

Massimo Costa torna a farsi sentire. In un intervista rilasciata al quotidiano online Livesicilia.it, l’ex candidato a sindaco di Palermo, sostenuto da Pdl, Udc e Grande Sud, affronta senza pressioni alcuni argomenti riguardanti la sua campagna elettorale, a cominciare da quel “mammina sei pronta?” che ancora oggi spopola sul web. “Ho raccontato un aneddoto usando un lessico familiare – dice l’ex presidente regionale del Coni a Livesicilia - un'espressione spontanea, sincera, semplice, che mi appartiene. Non ci vedo niente di strano. Poi la satira su questa o su altre cose l'ho trovata divertente, l'autoironia è fondamentale nella vita. Meglio strappare un sorriso per aver citato la propria mamma che per aver tradito la propria moglie”.

Nell’intervista, Costa smentisce anche alcune voci riguardo un presunto abbandono economico dei partiti che lo sostenevano, costringendolo ad indebitarsi per pagare di tasca sua tutte le spese della campagna elettorale: “Nessun debito e nessun abbandono. Ho assunto degli impegni e li ho onorati. E i partiti – prosegue - stanno facendo tutti la loro parte, così come convenuto”. E analizzando i risultati delle elezioni: “Tutti i candidati, ad eccezione di Orlando – ha detto a Livesicilia - hanno preso meno voti della coalizione che li sosteneva, e fra questi io ero l'unico a non aver mai fatto politica. La legge elettorale ha complicato ulteriormente la proposizione di progetti innovativi, premiando evidentemente i candidati più noti”.

Annuncio promozionale

E nonostante abbia ripreso ad esercitare la professione di avvocato e un ruolo all’interno del Coni nazionale, conferma di non voler deludere quei trentamila palermitani che lo hanno votato: “Tutto questo va offerto a servizio della città e anche del nuovo sindaco”. Infine, confermando di non sapere se in futuro proseguirà il suo impegno in politica “vista la situazione magmatica dei partiti”, Costa conclude così l’intervista a Livesicilia: “Le urne hanno dimostrato che non esiste l'antipolitica, semmai esiste la bocciatura della malapolitica. Io in campagna elettorale dicevo, e questo mi ha fatto guadagnare qualche antipatia, che i partiti erano morti. Lo ripeto: o cambiano, e rinnovano i loro metodi e la loro classe dirigente, o sono morti”.
 

Massimo Costa
elezioni comunali 2012

1 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di GIUSEPPE

    GIUSEPPE Niente debiti?Peccato che tutta Palermo dica il contrario!!Quanto alla citazione "mammina" ma è normale in una campagna elettoare parlare delle proprio c.....te personali invece che dei programmi seri?O parlare dello sfacelo Palermitano, facendo parte della stessa coalizione di m.....da che l'ha originato??E poi ancora.....rinnovare la classe dirigente??ma se è proprio quella classe dirigente (cascio il buffone) che l'ha candidato???Ed è serio e coerente presentarsi con una coalizione, cambiandola in corsa perchè pensava con quella dio vincere??Ma stai zitto, pagliaccio e torna da mammina!!

    il 25 maggio del 2012