Consuntivo e previsionale al palo, la maggioranza si spacca: bocciati 10 debiti fuori bilancio

I documenti contabili ritardano nell'approdo in commissione Bilancio, scatta la protesta delle opposizioni. Ferrandelli: "Abbiamo bisogno di fare in fretta". Forello: "Orlandiani incapaci di affrontare i problemi". Evola: "Bocciatura è un atto grave e irresponsabile"

Fabrizio Ferrandelli in commissione Bilancio

Il consuntivo 2017 e il previsionale 2018 non sono pronti e in commissione Bilancio scatta la protesta. Che si è tradotta nella bocciatura di dieci debiti fuori bilancio ad opera dell'opposizione (Fabrizio Ferrandelli, Ugo Forello e Andrea Mineo hanno votato contro), con la "complicità" della maggioranza (ovvero l'astensione di Giulio Cusumano). 

Il ritardo nel portare i bilanci in Consiglio - che di norma dovrebbero essere approvati tra marzo e aprile - fa salire la tensione tra maggioranza e opposizione. Dopo il via libera al consolidato, Sala delle Lapidi deve affrontare una nuova maratona sui documenti contabili 2017 e 2018. I presupposti non sono dei migliori: la Giunta ancora non ha approvato il bilancio di previsione e il consuntivo; inoltre dentro la maggioranza continuano i malumori. 

"L'esito della votazione non lascia adito a dubbi: in commissione Bilancio - dice la presidente Barbara Evola (Sinistra Comune) - non c'è più la maggioranza. Il mal di pancia politico di qualcuno rischia di determinare una paralisi dei lavori della commisione a danno dei cittadini e dell'attività amministrativa. I debiti fuori bilancio non possono diventare un terreno di scontro politico, tuttavia. La bocciatura è un atto grave ed  irresponsabile che danneggia esclusivamente i cittadini e le cittadine che a seguito di giusta sentenza attendono un risarcimento dovuto. I rallentamenti dei tempi di approvazione, inoltre, rischiano di far lievitare gli interessi a danno delle casse comunali. Le ricadute di questi sedicenti tatticismi politici, che ritengo debbano svilupparsi nelle sedi appropriate, penalizzeranno solo i cittadini e l'amministrazione".

L'opposizione affonda il coltello nella piaga: "Dopo settimane di rilievi, interrogazioni e accessi agli atti abbiamo consentito, con la votazione del bilancio consolidato, di avere finalmente chiarezza dei 42 milioni di disallineamento e dei 227 milioni di perdita di esercizio - afferma Ferrandelli - . Stamane abbiamo ribadito l’urgenza di avere il bilancio consuntivo del 2017 ed il previsionale 2018, così come asseverato dalla circolare 10 dell’assessorato regionale che di fatto mette in mora l’amministrazione. Abbiamo bisogno di fare in fretta, di dare una direzione diversa rispetto a questi ultimi sei anni di amministrazione, di mettere in sicurezza con correttivi condivisi sia i conti che le aziende e i servizi. Oggi, con la bocciatura di questi debiti fuori bilancio, abbiamo voluto mettere un punto rispetto all’andazzo di questa maggioranza, evidenziando ancora una volta il ruolo decisivo di opposizioni che sono responsabili ma agguerrite e fondamentali a delineare il futuro della città".

Ugo Forello, capogruppo Movimento 5 Stelle, conclude: "L’amministrazione Orlando conferma ancora una volta di non avere più una maggioranza, oltre che in Consiglio comunale, anche nella commissione Bilancio, mentre il sindaco continua a far finta di nulla, non trovando soluzioni ad una paralisi ovvia, e quasi scontata, del Comune. La votazione di oggi, alla presenza di tutti i componenti della prima e più importante commissione consiliare, quella che tratta di bilanci, è l’ennesima prova della crisi politica nella nostra città. La maggiore preoccupazione, nostra e di tutti i palermitani, però è rivolta all'operato di questa amministrazione incapace di affrontare i problemi della città: dall'emergenza conti, alla scadente qualità dei servizi locali come la raccolta rifiuti, all’instabilità organizzativa e finanziaria dell'Amat e della Rap. Il Movimento 5 Stelle continuerà la sua battaglia per portare trasparenza dentro il Comune, facendo l’opposizione che serve per tutelare i cittadini danneggiati da anni di malgoverno".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    "Governo parallelo basato su favori, amici e nemici": l'Antimafia disegna il sistema Montante

  • Politica

    Decreto Sicurezza, Orlando aggira gli uffici: avanti con le pratiche di residenza ai migranti

  • Politica

    Sgombero immediato per le case abusive in zone a rischio, via i sindaci che non applicano la legge

  • Cronaca

    "Dal totonero alle scommesse on line", così Splendore è diventato il "re" del gioco

I più letti della settimana

  • Omicidio allo Zen, sparatoria in strada: morti padre e figlio

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

  • Le salme di Tonino e Giacomo Lupo tornano allo Zen, il reo confesso: "Mi sono difeso"

Torna su
PalermoToday è in caricamento