Parlamentari M5S rinunciano a parte dello stipendio e donano defibrillatori a tre scuole

L’iniziativa è del sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri Vincenzo Maurizio Santangelo e dei portavoce al Senato Cinzia Leone e Rino Marinello. Uno degli apparecchi andrà alla scuola Don Milani

Santangelo, Leone e Marinello

Parte degli stipendi dei parlamentari Cinquestelle serviranno a comprare tre defibrillatori per altrettante scuole siciliane. L’iniziativa è promossa dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri Vincenzo Maurizio Santangelo e dai portavoce al Senato Cinzia Leone e Rino Marinello.

La prima consegna avverrà lunedì 12 novembre presso la scuola Don Milani, in passaggio dei Picciotti. Il secondo defibrillatore sarà donato all'istituto comprensivo Dante Alighieri di Sciacca, lunedì 26 novembre e il terzo lunedì 3 dicembre in provincia di Trapani, a Valderice, presso l’istituto comprensivo Dante Alighieri.

“Una notizia importantissima per molti ragazzi siciliani. Si tratta, infatti, di uno strumento fondamentale per rendere le scuole dei luoghi cardio protetti e sicuri, un’iniziativa che ci auguriamo venga presa d’esempio e riprodotta in altre innumerevoli scuole", dicono i tre portavoce M5S che oltre alla donazione dei defibrillatori provvederanno anche ai costi per formare due unità per scuola e al materiale informativo da consegnare direttamente agli studenti. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • ed io invece che pensavo fossero principi della sinistra e dei PDIOTI a fare queste donazioni che sono di matrice Marxista,

    • La politica odierna è tutta la stessa...

  • Dovrebbe pensarci lo Stato in modo capillare e funzionale...

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Il ritardo dell’aereo, lo scalo a Bergamo e il viaggio in pullman: 8 ore per raggiungere Venezia

  • Cronaca

    A maggio un piano straordinario per ripulire la città, si parte dalle periferie

  • Politica

    Uno spazio verde nell'area della Fiera, Susinno: "Villa Piano delle Falde può rinascere"

  • Cronaca

    "Traditore della Sicilia", scritta su manifesto elettorale di Gelarda: la Lega insorge

I più letti della settimana

  • "Mi stanno ammazzando": i boia spaccavano le ossa nella stanza degli orrori di via Imera

  • La banda dei falsi incidenti: mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, 42 arresti

  • Mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, i nomi degli arrestati

  • Omicidio in zona via Notarbartolo, strangola la compagna dopo una lite e si costituisce

  • Tragico incidente in auto, morto ragazzo palermitano di 20 anni

  • Uccisa dal compagno perché si è rifiutata di fare sesso: "L'ho strozzata con tutta la forza"

Torna su
PalermoToday è in caricamento