Fincantieri, M5S: "Vogliamo tutelare e sviluppare questo indotto"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Palermo ha bisogno di sviluppo economico e la visita del ministro Di Maio a una realtà importante, non solo per il territorio, ma per l’Italia intera, come quella di Fincantieri, era per noi una tappa obbligatoria”. Lo affermano i parlamentari del Movimento 5 Stelle di Palermo, Roberta Alaimo, Steni Di Piazza, Valentina D’Orso, Aldo Penna, Giorgio Trizzino e Adriano Varrica. “Ci sono migliaia di lavoratori qualificati che girano intorno a questo indotto che vogliamo tutelare e sviluppare - dicono i parlamentari che hanno organizzato la visita del ministro Di Maio a Palermo - Vogliamo garantire loro quella serenità che meritano. L’impegno del Governo è anche quello di capire come intervenire per migliorare un’eccellenza come questa. Il futuro di ogni azienda passa anche dalla formazione”.

Caso Corleone, Di Maio usa il pugno duro: "Ritirerò il simbolo del M5S agli eletti in Consiglio"

Prima dell’incontro ai cantieri navali i parlamentari di Palermo hanno incontrato anche alcuni lavoratori riuniti in sit in fuori dai cancelli: “Ieri abbiamo consegnato al ministro Di Maio le loro lettere e nelle prossime settimane programmeremo delle riunioni. Il M5S è dalla parte dei cittadini e farà di tutto per portare avanti anche le loro istanze”.


 

Torna su
PalermoToday è in caricamento