Reina: "Gestione Parco Cassarà inadeguata, Teriaca lasci"

Il Consigliere della IV Circoscrizione: " Conta il maggior numero di impiegati tra le ville comunali, ma manca il personale per garantire l’apertura pomeridiana"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Il Parco Ninni Cassarà è quello che ad oggi, a Palermo, conta il maggior numero di impiegati tra le ville Comunali, ma manca il personale per garantire l’apertura pomeridiana. È inaudito che tra le tante persone presenti in pianta organica non ci sia nessuno in grado di provvedere alla chiusura serale del cancello di via Ernesto Basile”. Queste le dichiarazioni di Luca Reina (nella foto), consigliere della IV Circoscrizione (Ora Palermo) a proposito della mancata apertura pomeridiana del Parco Cassarà. Dello stesso avviso, anche il consigliere Roberto Mancuso (Ora Palermo) che lamenta una cattiva gestione della struttura.

“Il dirigente Francesco Teriaca ha già più volte dato prova di assoluta incompetenza – continua il consigliere Reina. Se non è in grado di gestire il personale in modo da garantire un servizio alla cittadinanza, farebbe meglio a dimettersi e lasciare spazio a chi merita davvero quel ruolo. L'Amministrazione comunale – aggiunge - dovrebbe usare il pugno di ferro con chi non rispetta le regole o non lavora. Avere tanti dipendenti e non riuscire a garantire l’apertura di un cancello è un insulto per tutti coloro che a Palermo non hanno un lavoro. Se il dirigente Teriaca non è abbastanza sereno e lucido per gestire il personale a sua disposizione – conclude Reina -  forse farebbe bene ad affidare la gestione del Parco Cassarà direttamente alla IV Circoscrizione".

Torna su
PalermoToday è in caricamento