Adesioni in massa al Carroccio: Chiusa Sclafani è il Comune più leghista di Sicilia

Nel Comune del Corleonese, dopo i consiglieri Gendusa, Giammalva e Marchese, "matrimonio politico" col partito di Salvini anche per il sindaco Francesco Di Giorgio (con un passato in Forza Italia), il suo vice Stefano Sciabica e l'assessore Agata Milazzo

Da sinistra verso destra: Stefano Sciabica, Pietro Giammalva, Francesco Di Giorgio, Stefano Candiani, Agata Milazzo, Igor Gelarda, Elio Ficarra

Chiusa Sclafani, in provincia di Palermo, è il Comune più leghista di Sicilia. Il partito guidato dal vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, si radica sempre di più nell'Isola arruolando sindaci e consiglieri comunali. A Chiusa Sclafani, 3 mila abitanti fra le colline del Corleonese, dopo il presidente del Consiglio comunale, Elisa Gendusa, e altri due consiglieri, Pietro Giammalva e Teresa Marchese, dicono sì al Carroccio anche il sindaco Francesco Di Giorgio (che vanta un passato in Forza Italia), il suo vice Stefano Sciabica e la giovane assessore Agata Milazzo.  

Il "matrimonio politico" tra Salvini e la giunta di Chiusa Sclafani si è celebrato qualche giorno fa nel capoluogo siciliano nelle mani del senatore Stefano Candiani, sottosegretario al ministero dell’Interno e commissario straordinario del nuovo corso leghista nell’Isola, e di Igor Gelarda, capogruppo del Carroccio in Consiglio comunale a Palermo e responsabile regionale enti locali, l’artefice del radicamento territoriale che il partito sta avendo negli ultimi mesi in Sicilia.

“La Lega sta riservando molta attenzione ai piccoli centri dell’entroterra siciliano - dice Gelarda - quelli che la vecchia politica ha condannato ad un destino di disoccupazione ed emigrazione giovanile. Per rendersi conto del sottosviluppo, basta osservare lo stato di abbandono delle strade più interne dell’isola, che rendono quasi impossibili, oltre che pericolosi, i collegamenti. Stiamo lavorando per mettere un argine a questo sfacelo - aggiunge l’esponente siciliano del Carroccio - con la certezza che se riparte l’entroterra, a cominciare dall’agricoltura e dall’allevamento, ma anche dall’edilizia, riparte tutta la Sicilia. Tutto questo si potrà realizzare grazie al nostro governo del buon senso, ad amministratori locali capaci ed onesti che sappiano valorizzare i loro territori nel rispetto delle identità ma soprattutto - conclude Gelarda - grazie al radicamento crescente della Lega nella macchina regionale per cambiare, a partire dagli scranni più alti della politica siciliana, il corso della storia della nostra bellissima e martoriata terra”.

La stretta di mano tra i vertici del Carroccio e la giunta municipale di Chiusa Sclafani è avvenuta nell’ambito dell’inaugurazione, a Palermo, della prima scuola di formazione politica della Lega in Sicilia. Una realtà assolutamente inedita per l’Isola, ideata e diretta da Giovanni Callea, presidente del Circolo Lega Città di Palermo. "Ho deciso di aderire alla Lega - dice Francesco Di Giorgio, 53 anni, tecnico della prevenzione presso l’Asp di Palermo, al terzo mandato di sindaco di Chiusa Sclafani - perché sta portando avanti un programma elettorale in cui mi riconosco: dalla difesa dei confini alla legittima difesa, dalla flax tax alla quota cento, dalla pace fiscale all'eliminazione degli studi di settore, per non parlare della rivoluzione che si vuole portare in Europa". 

Ad affiancare il primo cittadino di Chiusa Sclafani nella nuova avventura, coordinati da Elio Ficarra, responsabile enti locali della Lega in provincia di Palermo e vice capogruppo consiliare a Sala delle Lapidi, ci sono il vice sindaco Stefano Sciabica, infermiere professionale in servizio presso il poliambulatorio di Bisacquino, e Agata Milazzo, 26 anni, dottore agronomo, eletta consigliere comunale con 306 preferenze e dal 2017 a fianco del sindaco Di Giorgio in qualità di assessore: "Mi impegnerò con la Lega perché credo in una politica nuova e seria che sappia spendersi per i territori - dice l’assessore Milazzo - . Una politica che guardi concretamente al benessere dei cittadini e che sappia farsi attivamente portavoce dei loro bisogni".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • all'ingresso del paese potete scorgere un grosso avviso con la scritta TERUN, FORA DAI BALL!!..... tra Orlando che ci invita al capodanno bengalese e tutti i leghisti dell'ultima ora, colti da genuino senso di appartenenza politica, c'è da scappare a gambe levate senza voltarsi indietro....

  • Avatar anonimo di Mir
    Mir

    Destra sinistra avanti e dietro....aria nuova ci vuole libera da vecchie ideologie...dove quello che conta è  ..giusto e sbagliato competenza e incompetenza onestà e disonestà  ma è così difficile ....vedere la lega in Sicilia  e' tragicomico..certo non quanto i  patetici  compagni con le bandierine falce e martello o i vari camaleonti analfabeti che saltellano di partito in partito 

  • Avatar anonimo di pietro
    pietro

    ma quante belle facce a pane di paese si vede proprio che cercavano il carretto su cui salire per guadagnarsi di che campare la famiglia (inclusi figli amanti amici e compari che proveranno a favorire). Su Ger...Gel..Gherard.... (non riesco manco a scriverne il nome) non è altro che un mestierante che cavalca la stupidità della gente leccando il sedere di quelli che ci hanno sempre considerati inferiori e terroni.

  • Una manica di buff***, pronti a saltare da destra a sinistra e viceversa solo per convenienza. Un partito per il quale fino a qualche anno fa eravamo il problema dell’Italia. E senza immigrazione non avrebbe niente di cui parlare.

  • Sembra che fosse un partito nato da poco invece sono li da trenta anni ad affossare l'italia ,per chi non ricorda con forza italia hanno conquistato 61 seggi in sicilia lasciando l'isola nel baratro,oggi questi psseudi leghisti sono riciclati di quelle forze passate ,ma quale e' il nuovo?

  • Perfetto!!!! Eliminare le sinistre da tutta l'isola. W Salvini

  • Avatar anonimo di GePiu
    GePiu

    La dignitá è una cosa preziosa e a quanto pare rara. Vi auguro ogni possibile sventura, del resto i nomi sono quelli, da cosa nostra a forza italia, da forza italia alla lega è un attimo. Trasformismo della peggio specie, in luoghi in cui gli interessi privati e quelli pubblici sono la medesima cosa si fa sempre presto a saltare sul carro dei vincitori. Ma rimane l assoluta mancaza di dignitá di Chiusa Sclafani.

    • Se sei di Chiusa, ti sono vicino. Ma temo che non sarete soli e le colpe non sono dei “semplici” che osannano questo buffone che cavalca spudoratamente il malcontento, ma anche di chi questo malcontento non ha saputo ascoltare.

Notizie di oggi

  • Mafia

    "La mafia è stata decapitata, Palermo non permetterebbe mai a Messina Denaro di fare il capo"

  • Politica

    Musumeci: "Per risollevare la Sicilia serve il bisturi, che sia una Pasqua di resurrezione"

  • Cronaca

    Pasqua di sangue in Sri Lanka, Orlando: "Vicino ai nostri concittadini cingalesi e tamil"

  • Cultura

    La Casa delle Farfalle resta aperta per le feste: a Pasqua e Pasquetta orario continuato

I più letti della settimana

  • "Mi stanno ammazzando": i boia spaccavano le ossa nella stanza degli orrori di via Imera

  • La banda dei falsi incidenti: mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, 42 arresti

  • Mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, i nomi degli arrestati

  • Omicidio in zona via Notarbartolo, strangola la compagna dopo una lite e si costituisce

  • Uccisa dal compagno perché si è rifiutata di fare sesso: "L'ho strozzata con tutta la forza"

  • Incidente in via Lanza di Scalea, auto contromano si schianta contro moto: due feriti

Torna su
PalermoToday è in caricamento