Palermo-Agrigento a rischio incompiuta, il M5S chiede aiuto a Toninelli: "Presto una svolta"

La Cmc, in crisi di liquidità, ha bloccato i lavori per l'ammodernamento della statale tra Bolognetta e Lercara. Il deputato nazionale Varrica: "Il ministro mi ha garantito un intervento deciso nei prossimi giorni. L'opera va completata e i lavoratori tutelati"

Il cantiere in prossimità di Bolognetta

Il Movimento 5 Stelle chiede aiuto al ministro delle Insfatrutture, Danilo Toninelli, per scongiurare il rschio incompiuta sulla Palermo-Agrigento. Dopo la crisi della Cmc, l'azienda di Ravenna che ha l'appalto per l'ammodernamento della strada statale SS 121, sono stati bloccati i lavori tra Bolognetta e Lercara Friddi. Stessa sorte per la Agrigento-Caltanissetta.

La Cmc, colosso delle cooperative edilizie dell'Emilia Romagna, in grave crisi di liquidità, ha messo in ferie gli operai che lavorano per la "Bolognetta scpa", la contollata che cura l'appalto dal 2009 e doveva essere già concluso. La decisione è stata presa dopo la richiesta di concordato in continuità avanzata al Tribunale di Ravenna, che comporterebbe un taglio dei crediti sino all’80%. Se accolta, per le aziende dell'indotto - che vantano crediti per 27 milioni -sarebbe una mazzata senza precedenti.

Per salvaguardare i lavoratori e garantire il completamento delle opere, scendono in campo i parlamentari siciliani del M5S. "Questa mattina - spiega il deputato Adriano Varrica, componente della commissione Infrastrutture della Camera - ho informato il ministro Toninelli sugli ultimi sviluppi della vicenda relativa alla società Cmc e ai cantieri sulla Palermo-Agrigento e sulla Caltanissetta-Agrigento. Mi ha garantito un intervento deciso nei prossimi giorni. Anche a seguito del forte impulso dato dal ministro durante la sua visita dello scorso novembre in Sicilia, Anas sta agendo con determinazione e solerzia per giungere ad una soluzione e a breve. Il lavoro fatto in questi mesi dovrà portare ad una svolta". 

"La situazione è complessa - aggiungono Filippo Perconti, Michele Sodano, Azzurra Cancelleri, Dedalo Pignatone, Roberta Alaimo, Caterina Licatini e Rosalba Cimino - ma il governo e noi parlamentari eletti in Sicilia siamo tutti impegnati affinché le opere vengano completate nel minor tempo possibile, garantendo i lavoratori e il tessuto economico locale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento