Lavoratori del Coime a rischio tagli? Sindacati a Orlando: “Si sgombri il campo da equivoci"

I rilievi del Mef considerano in eccedenza i dipendenti, in servizio da trent’anni al Comune. Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil chiedono al sindaco di convocarli per fare chiarezza: "Basta giochetti, mettere nero su bianco posizione Comune"

Gli operai del Coime davanti a Palazzo delle Aquile

"I lavoratori del Coime sono in servizio da trent’anni al Comune, assunti secondo una precisa norma di legge". A ribadire in una nota il concetto, già espresso ieri durante il consiglio comunale sul tema, sono Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil. Durante la seduta, infatti, il sindaco ha commentato punto per punto la relazione del Mef che - tra le altre cose - definisce "in eccedenza" i dipendenti del Coime. 

“Non si può giocare sulla pelle di questi dipendenti - affermano Ignazio Baudo (Feneal Uil), Paolo D’Anca (Filca Cisl) e Francesco Piastra (Fillea Cgil) - che lavorano per l’amministrazione cittadina da un trentennio. A loro viene applicato il contratto edile per la tipicità delle loro attività, non certo perché sono terzi rispetto al Comune di Palermo”. 

La protesta dei dipendenti del Comune: "A rischio 3 mila famiglie"

I sindacati chiedono al sindaco di convocarli per fare chiarezza sulla vicenda Coime. “Dopo i rilievi del Mef, il Comune - precisano Baudo, D’Anca e Piastra - ha assunto prima una posizione di concordia con quanto sostenuto dal ministero e poi una di opposizione, come abbiamo ascoltato ieri nel corso del consiglio comunale”. Secondo i sindacalisti “non ci possono essere idee mutevoli e variabili sul tema": "È ora che si sgombri il campo da equivoci e si metta nero su bianco qual è l’intendimento dell’amministrazione di Palermo su questi lavoratori. Orlando e il suo staff dicano chiaramente cosa pensano e cosa vogliono fare. Non sarà ammessa alcuna speculazione su questi lavoratori -  continuano Baudo, D’Anca e Piastra - che non possono essere vittime delle schermaglie politiche”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento