Ispezione a Bellolampo, Norata a Figuccia: "Scelga un altro giorno". "Vado lo stesso"

Il presidente della Rap chiede di "concordare una nuova data, anche il 15 agosto" perché sia lui sia il dirigente tecnico domani non ci sono. Ma il consigliere comunale risponde picche: "Motivazioni della visita inderogabili, voglio capire come vengono stoccati i rifiuti davanti al Tmb"

Sabrina Figuccia, consigliere comunale dell'Udc, annuncia per domani una visita ispettiva presso la discarica di Bellolampo. Ma Giuseppe Norata, amministratore unico di Rap, chiede all'inquilina di Sala delle Lapidi di "concordare una nuova data". Motivo? "Domani - spiega Norata in una nota - né io né il dirigente tecnico siamo disponibili per impegni precedentemente assunti".  

"Sarei disponibile personalmente ad accompagnare il consigliere anche il 15 agosto - prosegue il numero uno di Rap - con la presenza anche di un responsabile tecnico per fornire le dovute e complete informazioni durante la visita e per gli accessi alle diverse aree".

A rinviare l'ispezione però Figuccia non ci pensa minimamente. "Vado lo stesso" riferisce il consigliere, che ritiene "inderogabili le motivazioni" dell'ispezione e invita la Rap "a predisporre tutte le condizioni affinché la visita si possa svolgere senza alcuna complicazione. Sono certa di una puntuale collaborazione, che terrà conto delle normali turnazioni a cui è sottoposto tutto il personale". E' quanto si legge in una nota di risposta inviata da Figuccia alla segreteria del presidente Rap.

Alla base dell'ispezione, aveva comunicato in precedenza Figuccia, c'è "l’ennesima ed infinita emergenza rifiuti che caratterizzerà il Ferragosto dei palermitani e dei turisti". In particolare, la verifica mira a comprendere come avviene lo stoccaggio dei rifiuti davanti all'impianto Tmb (Trattamento meccanico biologico). "Mentre sindaco, assessori e consiglieri comunali volano verso atolli e paradisi turistici, i palermitani rimasti in città ancora una volta sono costretti a pagare due volte le incapacità dell’amministrazione Orlando: in primis, convivendo con le montagne di rifiuti ad ogni angolo di strada, poi pagando con nuove tasse i milioni di euro che saranno spesi per il trasporto dei rifiuti. Perché si è arrivati a questo punto? Si poteva evitare tutto ciò? Domani, alle 11, a Bellolampo cercheremo di trovare le risposte a quest’ennesima vergogna palermitana".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poliziotto della questura di Palermo si suicida lanciandosi da un viadotto

  • Incidente stradale, morta a 42 anni ginecologa palermitana

  • Incidente a Terrasini, scontro auto-moto: morto 38enne, grave una donna

  • Pestato durante una lite con la moglie, 41enne muore al Civico

  • Ferragosto tragico: si tuffa in mare e muore annegato ad Aspra

  • "Addio Lando": è morto il proprietario del Break

Torna su
PalermoToday è in caricamento