Formazione, gli ispettori della Ue negli uffici dell’assessorato regionale

Gli 007 dell'antifrode sono nelle stanze di via Ausonia insieme alla dirigente Anna Corsello e stanno effettuando delle verifiche sulla spesa dei fondi comunitari. I funzionari hanno avuto un colloquio anche con l'assessore Scilabra

L'assessore regionale alla Formazione Nelli Scilabra

Gli ispettori dell'ufficio anti frode dell'Unione europea (Olaf) sono giunti stamattina in via Ausonia e hanno effettuato alcune verifiche in assessorato regionale alla Formazione sulla spesa dei fondi comunitari. Gli 007 dell'Ue si sono chiusi negli uffici assieme alla dirigente Anna Corsello. I funzionari hanno avuto un colloquio anche con il neo assessore alla Formazione, Nelli Scilabra.

Gli ispettori arrivano dopo i fatti denunciati dal presidente della Regione Rosario Crocetta, che ha parlato di "cose terribili" e di funzionari nei cui conti finivano i soldi del settore. Del caso si è occupato domenica scorsa anche la trasmissione di Raitre Report (GUARDA LA PUNTATA), facendo riferimento a enti e società di formazione riconducibili a deputati regionali o a loro parenti: un conflitto di interesse che solleva anche la questione della compatibilità con l'incarico di parlamentari e su cui la stessa Ars, attraverso il suo presidente, Giovanni Ardizzone, si è impegnato a fare chiarezza attraverso l'attività della Commissione verifica poteri.

Dopo circa 4 ore i due ispettori, una lituana e un italiano, hanno lasciato gli uffici dopo aver intervistato una quindicina di dirigenti i due funzionari dell'Olaf avrebbero acquisito documentazione relativa all'Avviso 20 e redatto un verbale. Contrariamente a quanto trapelato dallo staff dell'ufficio di gabinetto dell'assessore regionale alla Formazione, gli ispettori domani non procederanno a ulteriori attività ispettive.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento