Misure alternative, incontro con i giovani del Malaspina su input di 3 consiglieri

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Gli alunni dell'istituto superiore Majorana ascoltano le testimonianze e i problemi dei giovani ex detenuti nel carcere di Malaspina di Palermo, oggi in regime di misure alternative. Antonio Nicolao, Marcello Susinno e Maurizio Alesi della Prima, Sesta e Ottava Circoscrizione hanno promosso un incontro con i carcerati del Malaspina, che si terrà il 15 aprile alle ore 10,30 presso l'aula magna dell'istituto Majorana in via Astorino 56, San Lorenzo.

"Intendiamo offrire - dicono i tre Consiglieri - un'occasione di confronto tra gli studenti e gli ex carcerati attraverso il quale valorizzare i principi di legalità, nel racconto della loro esperienza detentiva, con la finalità di propagandare la voglia di legalità, resistendo a qualsiasi forma di reato, e ricordando che delinquere non conviene mai.

Molti di essi hanno già ritrovato la fiducia necessaria verso le istituzioni e nella società civile, in un percorso di piena integrazione". Gli studenti interloquiranno ponendo domande ai soggetti in misure alternative. All'incontro parteciperanno il dirigente scolastico del Majorana, Prof.ssa Melchiorra Greco, e le prof.sse Valeria Prezzemolo e Lea Ricupero all'interno del progetto legalità, il direttore del carcere Malaspina Michelangelo Capitano con l'educatrice dr.ssa Isabella Russo funzionario della professionalità pedagogica. È prevista la partecipazione del procuratore per i minorenni dr.ssa. Amalia Settineri, e del sovrintendente della polizia di Stato Francesco Sanfilippo, che rappresenta il progetto "Se Vuoi".

Alle ore 13,00 - concludono Nicolao, Susinno e Alesi - gli alunni si sposteranno c/o la caserma della polizia di stato Lungaro, per visitare il sito e dove è previsto il pranzo.

Torna su
PalermoToday è in caricamento