Inchiesta sulle spese della Regione, la guardia di finanza all’Ars

Sono stati acquisiti ulteriori atti. Gli investigatori vogliono verificare i movimenti di denaro nei conti correnti dei gruppi e incrociare i dati con bilanci e ricevute di pagamento

Palazzo dei Normanni, sede dell'Ars

Ulteriori atti sono stati acquisiti dalla guardia di finanza negli uffici dell'Assemblea regionale siciliana, nell'ambito dell'inchiesta sulle spese dei gruppi parlamentari, avviata nei giorni scorsi dal procuratore aggiunto Leonardo Agueci. L'obiettivo degli investigatori è verificare i movimenti di denaro nei conti correnti dei gruppi e incrociare i dati con bilanci e ricevute di pagamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante la visita compiuta alcuni giorni fa, e che era rimasta coperta dal riserbo, i finanzieri hanno prelevato documenti che si aggiungono a quelli che il presidente dell'Ars, Francesco Cascio, e il segretario generale, Giovanni Tommasello, avevano già consegnato in Procura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, frenata dei contagi in Sicilia: +91 rispetto a ieri, salgono a 13 i morti

  • Coronavirus, prima vittima a Palermo: 55enne muore all'ospedale Civico

  • Un altro caso di Coronavirus fa tremare Comdata, donna positiva: "Ora la situazione è grave"

  • Virus, sui social si pianifica l'assalto ai supermercati: in campo polizia e carabinieri

  • Coronavirus, in Sicilia già venti morti: salgono a 846 i contagiati, 125 più di ieri

  • Incidente in via Basile, investito da un automobilista che scappa: morto 57enne

Torna su
PalermoToday è in caricamento