Incendi, Pontrelli e Tantino (Diventerà bellissima): "Musumeci ha sempre difeso i lavoratori"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"A parte il fatto che il governatore ha puntato il dito contro una percentuale minima di forestali definendola 'una sparuta e pericolosissima minoranza di lavativi', ci piacerebbe sapere se e come la gran parte dei forestali siciliani non stabilizzati (la fetta più grande, oltre 9 mila persone che lavorano circa 101 giorni l’anno) impieghi il resto del proprio tempo 'potenzialmente lavorativo' e se, effettivamente, dietro questi roghi simultanei non ci sia la manina di un vero e proprio 'clan' per esercitare indebite pressioni che mirano ad una stabilizzazione definitiva dei precari. Alludere a una vaga e ipotetica regia della criminalità organizzata dietro gli incendi, fin quando non sarà dimostrata, equivale a ribadire un odioso assioma del quale vorremmo fare a meno: se tutto è mafia, niente è mafia". Lo dicono Tania Pontrelli e Luca Tantino, del direttivo regionale di “Diventerà Bellissima” in merito alla querelle tra Cgil e il presidente della Regione sul tema degli incendi. 

Torna su
PalermoToday è in caricamento