Palazzina di via Libertà occupata, Varchi (Fdi): “Amministrazione comunale assente”

Secondo la parlamentare nazionale, "l’occupazione abusiva di qualsivoglia struttura è illegale e deve pertanto essere stigmatizzata"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“La vicenda della palazzina di via Libertà occupata dagli anarchici è emblematica della condizione di diffusa illegalità e assenza di presidio del territorio che regna a Palermo: ancora una volta, l’amministrazione comunale si rivela inefficace e disattenta, persino nei confronti dei propri immobili”: ad affermarlo è Carolina Varchi, parlamentare nazionale di FdI, che interviene sul caso della struttura liberty di proprietà municipale, sede fino al 2015 di una postazione anagrafica decentrata (siamo al civico 45) 

Secondo Varchi, il silenzio della giunta Orlando confermerebbe “la propensione all’indulgenza da parte del sindaco nei confronti degli esponenti dei centri sociali e degli anarchici, come nel caso dell’occupazione degli uffici comunali in piazza della Pace e in via Pietro Donato”. “In qualsiasi modo avvenga – chiarisce l’esponente di FdI – l’occupazione abusiva di qualsivoglia struttura è illegale e deve pertanto essere stigmatizzata ”.

“Sarebbe opportuno - conclude - che l’amministrazione comunale spiegasse come mai gli uffici al civico 45 sono chiusi da tre anni: i cittadini sono stati privati di servizi di pubblica utilità senza una ragione plausibile, dal momento che l’immobile è stato persino restaurato”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento