Non solo Orlando, su Sea Watch anche Miccichè contro Salvini: "Peggio di Hitler"

A fare "accendere" il presidente dell'Assemblea regionale è la decisione del governo di non fare attraccare nei porti italiani l'imbarcazione con 47 migranti salvati in acque libiche. Il vicepremier: "Ha bisogno di studiare la storia e di un dottore"

Gianfranco Miccichè

Prima era quasi un duello, Orlando contro Salvini, adesso sembra essere una partita a tre. Ancora una volta il presidente dell'Ars e commissario di Forza Italia in Sicilia, Gianfranco Miccichè, si è schierato contro il vicepremier per le sue decisioni in materia di immigrazione. “A questo signore hanno detto di far scendere i bambini dalla nave Sea Watch e ha risposto di no. Salvini è peggio di Hitler. Quando dice 'prima gli italiani' mi fa impazzire - tuona il forzista - perché Hitler diceva prima gli ariani, uguale". 

A fare "accendere" il presidente dell'Assemblea regionale è la decisione del governo di non fare attraccare nei porti italiani l'imbarcazione con 47 migranti salvati in acque libiche e che ormai da giorni cerca un approdo. Posizione criticata dalle associazioni umanitarie e dal sindaco Leoluca Orlando, che fino a stamani, si è espresso contro Salvini.

"Salviamo i migranti della Sea Watch": nuovo attacco di Orlando a Salvini“

Parole che pesano quelle di Miccichè, che ha rincarato la dose. Da Mazara del Vallo, dove si sta tenendo la conferenza per i 25 anni dalla nascita di Forza Italia, cha aggiunto: "Questa storia dell’immigrazione non può finire così. E’ pericolosissimo che Salvini vieti ai bambini di sbarcare: ma che uomo sei?".

miccichè-8Secondo Miccichè "Forza Italia si può alleare con la Lega, ma in Sicilia sull’immigrazione dobbiamo essere noi a dire ciò che dobbiamo fare. Non cediamo all’odio collettivo. Non si può avere nella propria proposta politica l’eliminazione dell’altro perché ha il colore della pelle diverso – ha aggiunto - Siamo tutti scuri in faccia e non mi sembra che Salvini sia un ariano. Siamo antropologicamente diversi dalla Lega. In Sicilia siamo 5 milioni, altri 5 milioni di siciliani sono nel resto d’Italia e altri 50 milioni nel mondo. Siamo noi gli emigranti. È assurdo che ci vengono a chiedere se siamo favorevoli o no ai migranti. Ciascuno di noi ha un parente che è stato costretto a lasciare la Sicilia per mancanza di lavoro”.

La replica è arrivata tramite social. Salvini ha postato sulla propria bacheca Facebook un articolo che riprendeva le affermazioni di Miccichè, con un commento lapidario: "Questo signore (di Forza Italia) ha bisogno di studiare la storia, ma soprattutto ha bisogno di un dottore, ma uno bravo".  

"A proposito di storia - controreplica Miccichè -. Gino Bartali salvò centinaia di rifugiati, ebrei, perseguitati, infrangendo, a rischio della propria vita, le leggi razziali di Mussolini. Oggi, come allora, se salvare vite umane equivale a violare le leggi, allora siamo tutti orgogliosamente criminali”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

salvini miccichè-2

Sea Watch, chi sono i 13 minori a bordo. Blitz di tre parlamentari sulla nave

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Via dell'Arsenale, donna si lancia dal balcone e muore

  • Malore mentre fa il bagno al mare, morta una donna a Mondello

  • Bimbo cade dal letto e muore a soli 10 mesi, i suoi organi salvano due vite

  • Con lo scooter investì e uccise un anziano e il suo cane, morto un trentenne

  • Suicidio all'Uditore, cinquantenne si getta dalla finestra e muore

Torna su
PalermoToday è in caricamento