Ancora scintille Salvini-Orlando: "Dittature cominciano sempre con proclami"

Il primo cittadino si pone nuovamente in netta antitesi con il ministro dell'Interno in tema di immigrazione: "Si inizia con l'identificazione di un nemico, ieri l'ebreo e oggi il migrante, per poi colpire tutti i deboli e coloro che non si allineano"

Il ministro Matteo Salvini e il sindaco Leoluca Orlando

"Si comincia con proclami e con slogan, con l'utilizzo accorto della propaganda, per preparare il terreno culturale ai provvedimenti formali". Parole dure quelle che il sindaco Leoluca Orlando usa per commentare le recenti dichiarazioni del ministro dell'Interno Matteo Salvini in tema di migranti e frontiere. 

"La storia ci insegna - dice Orlando - che le dittature, quelle che di populista non hanno nulla perché sono contro tutti i popoli e contro tutti i deboli, cominciano sempre prima con le parole, con atteggiamenti populisti e poi con i provvedimenti legislativi. Cominciano sempre con l'identificazione di un nemico, ieri l'ebreo e oggi il migrante, in ogni caso il 'diverso', per poi colpire tutti i deboli e coloro che non si allineano col e al potere".

Non è la prima volta che il Sindaco si pone in aperto scontro con il leader leghista. Solo ieri la contestazione della proposta di censire i rom. E nei giorni scorsi la dura critica alla decisione di chiudere i porti alla nave Aquarius, in mare aperto carica di migranti. 

Secondo Orlando "Oggi, nel giorno in cui si conferma la bufala del legame fra Ong e trafficanti e mentre il mondo ricorda i rifugiati e coloro che sono morti sfuggendo a guerre e miseria, quella cifra di trentaquattromila trecentosessantuno vittime delle frontiere d'Europa ricorda a tutti noi che non possiamo girarci dall'altra parte, che gente come Salvini - per il ruolo istituzionale che ricopre - può provocare effetti destabilizzanti per la democrazia e i diritti perché prima ancora che con leggi e atti formali con le sue parole e i suoi atteggiamenti mortifica valori di accoglienza e cultura dei diritti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • Spopola a Palermo la truffa dello specchietto: "Piovono segnalazioni..."

  • Incidente nella notte ad Altofonte, scontro frontale tra auto: morto 31enne

Torna su
PalermoToday è in caricamento