Abolizione delle province, Felice: "Un’occasione persa"

Secondo il presidente di Confesercenti la cancellazione sarebbe stata una possibilità per "ridare dignità alla politica"

"Labolizione delle Province – ha dichiarato Giovanni Felice, presidente di Confesercenti Sicilia - avrebbe consentito un taglio dei costi della politica assolutamente indolore, in termini di funzionalità, per i cittadini". Secondo Felice, infatti, la riduzione dei costi della politica non deve mirare a colpire l’autorevolezza e la dignità dei rappresentanti del popolo, anche se è evidente il limite negli attuali processi di selezione della classe dirigente, ma a ridurre i centri di spesa eliminando gli enti inutili o comunque quelli evitabili come appunto le province.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non si possono chiedere sacrifici ai cittadini – continua il presidente di Confesercenti - e poi mantenere in vita tutto quello che serve a garantire gerarchie clientelari con l’elargizione di “posti” di tipo politico e parapolitico mantenendo in vita le province e tante altre società inutili. La riduzione delle province – conclude Giovanni Felice - poteva rappresentare un buon viatico, puntando poi all’eliminazione di tante società, organismi ed enti inutili e fissando come, successivo immediato, obiettivo la riduzione del numero di parlamentari".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Moggi: "Padre Pio è apparso in sogno a una signora di Palermo e ha fatto una profezia su di me"

  • Va in ospedale per sospetta congiuntivite, due giorni dopo 30enne trovato morto in casa

  • Coronavirus, in Sicilia sospeso l'avvio della stagione balneare

  • Un cerotto contro il Covid-19: il vaccino scoperto dagli scienziati Usa gemellati con Palermo

  • Coronavirus, in Sicilia 68 nuovi contagiati: i morti superano quota 100

Torna su
PalermoToday è in caricamento