Consigliere comunale lascia Idv e approda nel Centro Democratico

Giorgio Calì, eletto a Sala delle lapidi con 361 voti, abbandona il gruppo di maggioranza. Orlando: "Mi aspetto un comportamento responsabile e coerente, come fatto fino ad ora dagli altri consiglieri di minoranza"

Il consigliere comunale Giorgio Calì lascia la maggioranza a Sala delle lapidi e approda nel Centro Democratico. Calì, eletto tra le fila di Italia dei valori alle scorse amministrative con soli 361 voti, grazie al premio di maggioranza incassato interamente dal partito del sindaco, ha annunciato oggi durante la seduta del consiglio comunale l’adesione al Centro democratico di Bruno Tabacci. Decisione che l'ha portato anche a candidarsi nella lista del partito di Tabacci per la Camera in Sicilia occidentale alle prossime elezioni politiche del 24 e 25 febbraio. “Non condividendo la scelta del partito di confluire nella lista Rivoluzione Civile - ha detto il consigliere durante la seduta a Palazzo delle Aquile - ho deciso di intraprendere un percorso politico più consono alla mia storia. Nei prossimi giorni formalizzerò la costituzione di un nuovo gruppo consiliare, punto di riferimento a Sala delle Lapidi del Centro democratico. La mia nuova collocazione politica non farà certo venir meno il mio appoggio al sindaco Orlando e alla sua amministrazione”.

"RIPROVEVOLE DISINVOLTURA". "Con riferimento alle dichiarazioni in Aula del consigliere comunale di Palermo Giorgio Calì, con le quali lo stesso ha comunicato di volere abbandonare il gruppo consiliare IdV di Palazzo delle Aquile e, conseguentemente ed automaticamente, Italia dei Valori nella cui lista è stato eletto con il premio di maggioranza appena otto mesi fa, non può che prendersi atto di tale decisione, giudicando riprovevole la disinvoltura con cui spesso si dimentica la volontà degli elettori all'atto dell'espressione del voto." - E' quanto dichiarano in una nota congiunta Pippo Russo, segretario provinciale e Fausto Torta, coordinatore cittadino IdV di Palermo. " In ogni caso - proseguono i due esponenti IdV -  il Calì aveva già di fatto rotto con il suo partito candidandosi nella lista 'Centro Democratico', collegio Sicilia occidentale Camera, alle prossime elezioni politiche, circostanza peraltro inizialmente negata al momento in cui abbiamo appreso la notizia con la pubblicazione delle candidature".

"MI ASPETTO COERENZA". Sull'argomento è interventuto anche il sindaco Leoluca Orlando: "Il Consigliere Calì ha fatto una chiara scelta politica, lasciando la maggioranza grazie alla quale è stato eletto e siede in Consiglio Comunale e passando nelle file della minoranza. Mi aspetto quindi che abbia, al pari di quanto fatto fino ad ora dagli altri consiglieri di minoranza, un comportamento responsabile e coerente con tale posizione".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    "Governo parallelo basato su favori, amici e nemici": l'Antimafia disegna il sistema Montante

  • Politica

    Decreto Sicurezza, Orlando aggira gli uffici: avanti con le pratiche di residenza ai migranti

  • Politica

    Sgombero immediato per le case abusive in zone a rischio, via i sindaci che non applicano la legge

  • Cronaca

    "Dal totonero alle scommesse on line", così Splendore è diventato il "re" del gioco

I più letti della settimana

  • Omicidio allo Zen, sparatoria in strada: morti padre e figlio

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

  • Le salme di Tonino e Giacomo Lupo tornano allo Zen, il reo confesso: "Mi sono difeso"

Torna su
PalermoToday è in caricamento