San Mauro Castelverde, dopo 30 anni finanziata gara per consolidare la frazione di Borrello

L’area presenta evidenti cedimenti del terreno dovuti a infiltrazioni di acqua che defluiscono nel sottosuolo e che hanno causato fessurazioni e rotture del manto stradale e dei muretti che delimitano la carreggiata: "Il progetto dovrà prevedere anche la realizzazione di 20 pozzi drenanti"

Dopo oltre trent’anni dai primi movimenti franosi che hanno interessato la frazione di Borrello, a San Mauro Castelverde, nel Palermitano, la struttura contro il dissesto idrogeologico guidata dal presidente della Regione, Nello Musumeci, ha finanziato la gara per le indagini geologiche e di ingegneria utili alla stesura del progetto esecutivo. L’area interessata - che ha una classificazione R4, ossia a rischio molto elevato - presenta evidenti cedimenti del terreno dovuti a infiltrazioni di acqua che defluiscono nel sottosuolo e che hanno causato fessurazioni e rotture del manto stradale e dei muretti che delimitano la carreggiata della SP 52, unica via di accesso al paese, ma anche lesioni nelle strutture dei manufatti che ricadono nella frazione.

"Una situazione - spiegano dalla Regione - che si è aggravata negli ultimi anni e che ha indotto i proprietari di quelle abitazioni che hanno subito vistosi cedimenti e lesioni strutturali a trasferirsi altrove". Dovrà essere prevista,  fra le altre cose, la realizzazione di venti pozzi drenanti costituiti da sedici pali in cemento armato. Il nuovo impianto dovrà convogliare le acque all’interno dei pozzi, con sistemi di raccolta. Si procederà, inoltre, con la sistemazione del manto stradale e con opere di ricostruzione dei muri di contenimento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus, sui social si pianifica l'assalto ai supermercati: in campo polizia e carabinieri

  • Coronavirus, positivo anche primario dell’ospedale Villa Sofia: è ricoverato al Cervello

  • Coronavirus, come ordinare da mangiare a domicilio: la lista delle attività a Palermo e provincia

  • Sesso a 3 in strada davanti ai vigili: "Così passiamo la quarantena", denunciata giovane palermitana

  • Controlli sui prezzi di frutta e verdura, rincari anche del 100% di finocchi e fagiolini

  • Coronavirus, in Sicilia registrati altri 95 contagi: 559 i pazienti ricoverati

Torna su
PalermoToday è in caricamento