Dalla festa della Liberazione al Primo maggio, la Cgil in piazza a difesa della Costituzione   

Da domani si apre un ciclo di iniziative organizzate dal sindacato, che si concluderanno con la festa dei lavoratori. Il segretario Campo: "Il 25 aprile tappa fondamentale per la democrazia, a Palermo e in Sicilia la resistenza contro il fascismo e la lotta alla mafia fanno parte dello stesso percorso"

La Cgil tradizionalmente celebra la festa della Liberazione con un corteo a Palermo ed è tra i promotori della mobilitazione in alcune piazze, come quelle di Corleone e Bagheria, dove si celebra la ricorrenza. "Il 25 aprile - dichiara il segretario generale Cgil Palermo Enzo Campo - è la festa di tutti gli italiani e noi scendiamo in piazza per ribadire che questa data ha segnato una tappa fondamentale per la democrazia, per affermare che a Palermo e in Sicilia la resistenza contro il fascismo e la lotta alla mafia fanno parte dello stesso percorso e per ribadire l'importanza di valori come libertà, solidarietà e giustizia, che oggi rischiano di essere messi in discussione in Italia come in Europa. I valori della Resistenza vanno a tutti i costi difesi perché sono i nostri valori comuni e costituiscono la base della nostra Costituzione".

"La Cgil - aggiunge Enzo Campo - è da sempre impegnata in una mobilitazione che nei prossimi giorni ci vedrà partecipare a iniziative improntate sulla  difesa dei valori dell'antifascismo, dell'antimafia e dell'Europa". Domani le manifestazioni per il 25 aprile, con il corteo di Palermo e negli altri centri della provincia, Bagheria e Corleone. Lunedì 29 aprile la presentazione del libro "Portella della Ginestra. Strage di Stato?" di Emanuele Macaluso (Castelvecchi editore) che si terrà alle ore 16,30 nella sede della Cgil Palermo, in via Meli, con gli interventi dell'autore, del vice segretario generale Cgil Gianna Fracassi, del segretario generale Cgil Palermo Enzo Campo, del ricercatore di Storia contemporanea Nino Blando e del  sostituto procuratore  generale della Corte d'Appello di Palermo Ettore Costanzo.

Martedì 30 aprile la Cgil Palermo sarà presente alle 8,30 al ricordo di Pio La Torre davanti alla lapide di via Vincenzo Li Muli. E  alle 16 presso la sede della Cgil Sicilia ci sarà la Giornata della memoria  dei dirigenti sindacali uccisi dalla mafia. Mercoledì 1° maggio la Cgil sarà a Portella della Ginestra, quest'anno dedicata a “Lavoro, diritti, stato sociale. La nostra Europa”. Dopo la deposizione di fiori al cimitero e il corteo da Piana degli Albanesi a Portella, sul luogo della strage interverranno il segretario generale Cgil Palermo Enzo Campo, il senatore Emanuele Macaluso e il vice segretario generale Cgil Palermo Gianna Fracassi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento