Festa della Regione, il 15 maggio il mondo della scuola al teatro Politeama

Il palcoscenico vedrà esibirsi gli studenti sul tema dell’identità siciliana attraverso l’esperienza statutaria regionale

Le celebrazioni del 73° anniversario dell’Autonomia siciliana quest’anno saranno dedicate al mondo della scuola. Domani (15 maggio), il palcoscenico del teatro Politeama di Palermo (a partire dalle ore 10) vedrà esibirsi gli studenti sul tema dell’identità siciliana attraverso l’esperienza statutaria regionale. La manifestazione, dal titolo “Scuola e cultura regionale in Sicilia”, è stata realizzata su iniziativa del governatore Nello Musumeci e dell’assessore all’Istruzione Roberto Lagalla, con la collaborazione del Liceo classico “Umberto I” di Palermo.

Nel corso della mattinata si susseguiranno interventi canori e artistici degli allievi di alcuni istituti scolastici che rappresenteranno le peculiarità della tradizione linguistica e culturale dell’Isola, fra questi: il Regina Margherita, il Guglielmo Marconi, il Giovanni Falcone e l’Umberto I di Palermo, il Luigi Pirandello di Porto Empedocle, lo Skanderbeg di Piana degli Albanesi. Oltre alle esibizioni degli allievi, previsti gli interventi di: Nello Musumeci, Roberto Lagalla, Marco Anello dell’Ufficio scolastico regionale, Giuseppe Barone e Angelo Granata dell’Università di Catania, Marcello Saija dell’Università di Messina, Vito Lo Scrudato preside del Liceo Umberto I.

Seguirà, nel pomeriggio, un dibattito sul tema “Scuola e cultura regionale” con la partecipazione di esponenti del mondo accademico, scolastico e istituzionale sull’esperienza statutaria anche nelle altre Regioni italiane. Il programma vedrà la partecipazione, tra gli altri, di: Ignazio Buttitta dell’Università di Palermo; Chantal Certan, assessore all'Istruzione della Regione Val d'Aosta; Piercarlo Grimaldi dell’Università di Torino; Carla Marcato dell’Università di Udine; Maurizio Virdis dell’Università di Cagliari; Gianmario Raimondi dell’Università di Aosta; Paolo Zedda della Regione Sardegna; Giovanni Ruffino, presidente del Centro di studi filologici e linguistici siciliani. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Cavallo scappa e finisce in autostrada: paura sulla A29, l'animale bloccato dalla polizia

  • Cronaca

    Buonfornello, beccati con 240 chili di sigarette di contrabbando: arrestati padre e figlio

  • Incidenti stradali

    Incidente nella notte alla Cala, auto contro palo della luce: due feriti

  • Cronaca

    Dj palermitano vittima di truffa online: "Se riavrò il denaro rubato lo darò in beneficenza"

I più letti della settimana

  • Rissa sfiorata tra Massimo Giletti e il sindaco di Mezzojuso: "Mi mette le mani addosso?"

  • Arrivata la sentenza, Palermo all'inferno: "Ultimo posto e retrocessione in C"

  • Il viaggio, il malore e il cuore che si ferma: Cinisi sotto choc per la morte di un'undicenne

  • Falsi incidenti per truffare le assicurazioni, scoperta altra banda: 16 arrestati e 25 indagati

  • Incidenti finti, lacrime vere: "Mattoni per rompermi il braccio, piangevo ma non si fermavano"

  • La banda dei falsi incidenti, i nomi delle 41 persone coinvolte

Torna su
PalermoToday è in caricamento