Elezioni Europee, Ferrandelli papabile candidato nella lista di +Europa

Il consigliere comunale, che al momento si tiene abbottonato, nominato coordinatore della campagna elettorale. Inaugurata la sede di via Roma. Il movimento europeista ha detto "no" al listone col Pd, Della Vedova: "Puntiamo a raddoppiare il risultato delle ultime Politiche"

Fabrizio Ferrandelli con Benedetto Della Vedova

Fabrizio Ferrandelli tra i candidati papabili nella lista che +Europa presenterà alle elezioni europee. Ancora non ci sono i crismi dell'ufficialità e il diretto interessato rimane abbottonato. Tuttavia il ruolo di coordinatore della campagna elettorale per la Sicilia e la Sardegna dice già molto: Ferrandelli, fondatore dei Coraggiosi - candidato sindaco contro Leoluca Orlando alle amministrative del 2017 - è uno dei nomi su cui +Europa potrebbe scommettere dopo aver detto "no" alla proposta di Nicola Zingaretti di fare un listone unico alle Europee.

La nomina a coordinatore della campagna elettorale del consigliere comunale è arrivata ieri, direttamente dal segretario nazionale del partito Benedetto Della Vedova, in occasione dell'inaugurazione della sede di via Roma. Al battesimo dei locali era presente, collegata in videoconferenza, anche Emma Bonino, storica leader dei Radicali. 

"Non si risponde al bisogno di sviluppo con l'assistenzialismo del Movimento 5 Stelle, ma con una visione che prepari la Sicilia al futuro" ha detto la fondatrice del movimento europeista, sottolineando l'importanza di battersi affinché la Commissione europea abbia un commissario per il Mediterraneo. "Credo che la Sicilia - ha aggiunto Della Vedova - abbia dato una dimostrazione straordinaria di civiltà. Il tema immigrazione è la dimostrazione che serve più Europa. Vogliamo, a partire dal parlamento europeo, un'Italia che sappia cambiare le regole".

"Ricordo ancora quando Salvini parlava di secessione e tifava per il Vesuvio e l'Etna perché distruggessero il Sud. Salvini riesce a dare risposta ai bisogni e alle inquietudini degli elettori meridionali. Noi - ha concluso Della Vedova - non vogliamo sfidarli sul terreno della paura, ma in quello della speranza e dell'opportunità. La nostra impresa politica avrà successo se a Palermo e in Sicilia raddoppieremo le percentuali prese alle ultime elezioni politiche. Allora sì che la sfida sarà vinta".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • Incidente in moto, morto cuoco palermitano di 36 anni a Padova

  • Polizzi Generosa, netturbino morto folgorato: colpito da un fulmine mentre lavorava

  • Più di 7 milioni di euro di immobili all'asta, come aggiudicarsi le 36 case in viale del Fante

  • "Tale e quale show", palermitana stupisce tutti con l'interpretazione di Lady Gaga

Torna su
PalermoToday è in caricamento