Ex Province, l'assessore Grasso vola a Roma: "Date alla Sicilia le stesse risorse delle altre Regioni”

L'assessore regionale alla Funzione Pubblica e agli Enti locali Bernardette Grasso è stata sentita alla commissione Bilancio della Camera dei deputati: "C'è una grave situazione finanziaria a causa del cosiddetto ‘prelievo forzoso’ operato dallo Stato"

"Tutte le ex Province della Regione Siciliana versano in una grave situazione finanziaria a causa del cosiddetto ‘prelievo forzoso’ operato dallo Stato". A dirlo è l'assessore regionale alla Funzione Pubblica e agli Enti locali Bernardette Grasso (nella foto), intervenendo alla commissione Bilancio della Camera. 

assessore Grasso-2"Ho prodotto un elenco analitico e dati di dettaglio, predisposti dagli uffici regionali del Dipartimento autonomie locali ed economia e finanze, per dimostrare la sperequazione dovuta a tale prelievo, a cui non sono state associate, per la nostra Regione, adeguate forme di ristoro - spiega l'esponente della Giunta Musumeci - . Per lo Stato, il disequilibrio 2018 delle ex Province siciliane ammonta a 54 milioni di euro, mentre per la Regione Siciliana corrisponde a 96 milioni. La differenza risiede nel fatto che lo Stato sottrae al taglio la riduzione della spesa del personale, che non si è applicata in Sicilia, e il minor taglio proveniente dal DL 66/2014, che però opera una sola volta. Inoltre, a fronte di tagli per 3.789,8 milioni di euro, le regioni a statuto ordinario ricevono, per gli Enti di Area Vasta, un ristoro pari a 1.660 milioni di euro, che equivale al 44%. La Regione Siciliana, su tagli per 340 milioni di euro, riceve un ristoro pari a 70 milioni di euro, equivalente solo al 23%: questa disparità comporta gravi situazioni di disequilibrio e immobilizza e impoverisce le nostre ex Province, che non sono in grado di assolvere alle loro basilari funzioni".

"Insieme all’onorevole Prestigiacomo – conclude l’assessore Grasso - abbiamo rappresentato la stringente necessità di trovare uno strumento di perequazione, come la sospensione del prelievo forzoso da parte dello Stato per gli Enti siciliani, di cui tratta il ddl condiviso insieme ai colleghi parlamentari nazionali di Forza Italia. Parallelamente, sarà necessario procedere con la massima urgenza a una deroga normativa che permetta alle ex Province siciliane di chiudere i bilanci e, contestualmente, di sbloccare gli investimenti".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Colpa dello Statuto..

  • Non siamo uguali alle altre regioni. mi spiego meglio: I nostri cari politici siciliani si f**la qualunque.

    • Siamo SPECIALI.

  • Avatar anonimo di Isa prurè
    Isa prurè

    Il problema qui è uno solo... Come gestire tutto sensa far sparire i soldi... E che questi soldi vengano girati ai cittadini sotto investimenti, servizi, sociale ecc.. Se poi i politici ed imprenditori amici da un pane fanno arrivare ai cittadini solo le molliche... Beh allora..... 

  • finalmente la Sicilia entra nella Top Ten delle maggiori Regioni proficue

  • finalmente qualcuno che si ricorda della sicilia

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Il camionista palermitano che sognava una strage in nome dell'Isis: convalidato il fermo

  • Economia

    Reddito di cittadinanza, provincia di Palermo sul podio nazionale: accolte 26.204 istanze

  • Cronaca

    "Calmi, nessuno si farà male": con le tute da imbianchino e la pistola rapinano Carrefour

  • Cronaca

    Villabate, furto in chiesa durante la Settimana Santa: rubati il pc del parroco e le offerte

I più letti della settimana

  • "Mi stanno ammazzando": i boia spaccavano le ossa nella stanza degli orrori di via Imera

  • La banda dei falsi incidenti: mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, 42 arresti

  • Mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, i nomi degli arrestati

  • Omicidio in zona via Notarbartolo, strangola la compagna dopo una lite e si costituisce

  • Tragico incidente in auto, morto ragazzo palermitano di 20 anni

  • Uccisa dal compagno perché si è rifiutata di fare sesso: "L'ho strozzata con tutta la forza"

Torna su
PalermoToday è in caricamento