Ex Province, l'Anci al fianco della Regione: "Serve un decreto urgente"

A dirlo è il sindaco Leoluca Orlando, secondo cui "non è più rinviabile un intervento che sappia ridare dignità istituzionale a Città metropolitane e Liberi consorzi dell’Isola”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Esprimiamo apprezzamento  per l’incontro convocato oggi dal presidente della Regione a Palazzo d’Orleans che, sul tema delle ex Province, ha avviato un confronto proficuo con l’Associazione dei comuni siciliani, la deputazione nazionale eletta in Sicilia e le parti sociali".

Lo ha detto il presidente dell’AnciSicilia, Leoluca Orlando, che aggiunge: "La nostra Associazione, fin dal 2014, ha messo evidenza la necessità di un intervento di riforma dell’ente intermedio in grado di bilanciare funzioni, risorse e personale. Riteniamo che oggi non sia più rinviabile un intervento che sappia definitivamente ridare dignità istituzionale a città metropolitane e liberi consorzi dell’Isola”.

"Per tali ragioni - conclude il presidente Orlando - riteniamo che la collaborazione istituzionale, avviata durante l’incontro odierno, possa e debba tradursi in norme che, anche attraverso l’utilizzo della decretazione d’urgenza, possano limitare gli effetti negativi del prelievo forzoso e prevedere le necessarie deroghe alle norme dell’ordinamento finanziario al fine di consentire l’approvazione degli strumenti finanziari".

Torna su
PalermoToday è in caricamento