Elezioni comunali a Partinico, De Luca nuovo sindaco: trionfo al ballottaggio

Il docente e architetto di 47 anni ha ottenuto il 65,04% dei voti: battuto l'ex deputato Pietro Rao, vicino alla Lega, che si è fermato al 34,97%

Maurizio De Luca è il nuovo sindaco di Partinico. Sostenuto da Forza Italia, Udc, civiche, De Luca ha ottenuto al ballottaggio il 65,04% dei voti, battendo l'ex deputato Pietro Rao, vicino alla Lega, che si ferma al 34,97%. Il nuovo primo cittadino ha esultato su Facebook una volta appresa la notizia della vittoria: "Riprendiamoci la dignità e costruiamo una nuova città: pietra dopo pietra, giorno dopo giorno. Grazie Partinico!".

Docente e architetto di 47 anni, De Luca ha totalizzato, sulle 30 sezioni scrutinate, 8.346 preferenze contro le 4.487 del secondo. Per la sfida per la poltrona di primo cittadino fino a due settimane fa, il giorno delle elezioni, a sfidarsi erano in 8. In quella tornata De Luca aveva ottenuto il 24,29% dei voti, mentre Pietro Rao il 20,15%. Entrambi si erano piazzati davanti al candidato del Movimento 5 Stelle Gaetano Costanzo (17,02%). 

"Questo è innegabilmente un risultato straordinario per me sia come uomo che come neo amministratore - ha detto De Luca - Questo consenso mi riempie di orgoglio e farò in modo che questo orgoglio diventi di tutta la cittadinanza.  Allo stesso tempo la grande fiducia in me riposta mi carica di una responsabilità che avverto essere grande e non intendo deludere nessuno dei miei cittadini. Da oggi a Partinico inizia una nuova storia in cui tutti, nessuno escluso, saranno protagonisti di un cambiamento. E' il momento di fare pace, di fare gruppo, di fare squadra. Saranno accolte tutte le istanze di chi vuole il bene di Partinico. Le grandi emozioni di oggi devono trasformarsi in azioni concrete per governare una città che deve ritrovare dignità.  Lo faremo tutti insieme: con i dipendenti comunali, con le istituzioni di riferimento, con i partiti, con i professionisti, con i commercianti, con le associazioni, con la gente, con i bambini, con le parrocchie e con i comuni vicini. Nessuno resti indietro, nessuno si senta escluso. Continuo a dire che... insieme siamo una forza".

"A Partinico, Comiso e Piazza Armerina - commenta Alessandro Aricò, capogruppo all'Ars di DiventeràBellissima - hanno vinto al ballottaggio candidati sindaci in quota DiventeràBelllissima, trionfando in comuni che erano governati dal centrosinistra. Il nostro movimento politico è in grande crescita sui territori e queste Amministrative in Sicilia lo hanno confermato. L'elezione di Maurizio De Luca come nuovo sindaco a Partinico - il Comune più grande del Palermitano chiamato alle urne - rappresenta il meritato riconoscimento alle sue qualità e al programma che ha presentato agli elettori e contemporaneamente premia l'impegno di DiventeràBellissima che lo ha indicato come candidato e della coalizione di centrodestra che lo ha sostenuto".

"A Partinico - continua - come altrove in Sicilia, la nostra classe dirigente provinciale e locale ha contribuito in maniera determinante, dimostrando che la buona politica conta per fortuna ancora molti proseliti. In particolare il gruppo consiliare di DiventeràBellissima a Partinico potrà contare su 5 componenti e sarà quello di maggioranza relativa. E sono importanti e molto significative anche le vittorie ottenute al ballottaggio da Maria Rita Schembari a Comiso ed Antonino Cammarata a Piazza Armerina, che contribuiscono a migliorare ulteriormente l'ottimo risultato conseguito da DiventeràBellissima sin dal primo turno in queste Amministrative in Sicilia. Una competizione elettorale che ha visto, invece, rispetto alle Nazionali l'evidente arretramento del M5S, che lì dove ha amministrato - come a Ragusa - è stato sonoramente bocciato dagli elettori".

Potrebbe interessarti

  • Meduse nelle coste palermitane e il falso mito della pipì: tutti i (veri) rimedi anti ustione

  • Magnesio, toccasana per la salute e non solo: perché i palermitani dovrebbero prenderlo

  • Abitare sostenibile, quando il cappotto termico a casa ti salva l'estate e il portafogli

  • Commercio a Palermo, nelle vie "in" affittare un negozio costa anche 165 mila euro l'anno

I più letti della settimana

  • Omicidio a Carini, uccide la compagna e si barrica dentro un negozio

  • "Questo è per lei", pacco sospetto consegnato in spiaggia alla moglie di un carabiniere

  • Incidente in via Leonardo da Vinci, 28enne in scooter investito dal tram

  • Fiamme in una casa di via Altarello, nell’incendio morto un anziano

  • Due dj, bar e duecento persone in pista: sequestrata discoteca abusiva a Mondello

  • San Cipirello, 41enne trovato morto sul marciapiede di fronte casa: ipotesi omicidio

Torna su
PalermoToday è in caricamento