Regionali, campagna elettorale 2.0: Alotta punta su un'app per dialogare con gli elettori

Oltre alla biografia e alla rassegna stampa, c'è una sezione dedicata alle segnalazioni con cui, inserendo la propria mail, si può inviare una foto, un video, un testo per evidenziare disservizi o avanzare proposte

Salvo Alotta

Inviare segnalazioni e suggerimenti, mantenere un contatto diretto col deputato, rimanere aggiornato su iniziative ed eventi: nell'era della politica 2.0, le App giocano un ruolo fondamentale per chi si prepara ad approdare all'Assemblea regionale siciliana. A poche settimane dal voto del 5 novembre, in casa Pd è Salvo Alotta a puntare sulle nuove tecnologie per conquistare il primo posto in lista.

Un progetto messo a punto da professionisti del settore e che è stata lanciato nel mondo virtuale: una scommessa che Alotta, candidato a Palermo, intende vincere creando un rapporto diretto con gli elettori proprio grazie alla App. "E' sufficiente scaricarla sul proprio cellulare - dicono dallo staff del candidato - con qualunque sistema operativo. Oltre alla biografia e alla rassegna stampa, c'è una sezione dedicata alle segnalazioni con cui, inserendo la propria mail, si può inviare una foto, un video, un testo per evidenziare disservizi o avanzare proposte. Insomma, un modo diretto per dialogare con le istituzioni e per risolvere piccoli e grandi problemi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La App, compatibile sia con Android che con IPhone, sarà uno strumento per avvicinare gli elettori alla politica e che si somma ai social network e al materiale con QrCode. "Questa App è una scommessa che vogliamo vincere - dice Alotta - l'abbiamo lanciata adesso per farla conoscere e testare, ma sarà soprattutto dopo il 5 novembre che la useremo per dare ai siciliani la possibilità di dialogare, in modo diretto e immediato, con i propri rappresentanti istituzionali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mazzette per pilotare appalti da 600 milioni, trema la sanità siciliana: 10 arresti

  • Tragedia per una mamma palermitana: bimbo di 10 anni muore incastrato in un cassonetto per indumenti

  • L'incidente di Bonagia, lacrime a "Dallas": morto diciottenne

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Fallito attentato all'Addaura, la rivelazione: "Ecco chi tradì Giovanni Falcone"

Torna su
PalermoToday è in caricamento