"Io alla Regione? Faccio il presidente del Senato... per ora"

Per la prima volta Grasso si esprime sull'ipotesi di una candidatura per Palazzo d'Orleans. Il numero due del Pd Lorenzo Guerini: "Non lo si tiri per la giacchetta"

Pietro Grasso -

Archiviate le elezioni comunali, in Sicilia l'attenzione è tutta sulla Regione. I partiti devono ricompattarsi e scegliere chi candidare alla presidenza per il post Crocetta. Uno dei nomi che ritorna, già da mesi in realtà, è quello del presidente del Senato Pietro Grasso. Ieri, parlando con i giornalisti a Lamezia Terme a margine del festival dei libri sulle mafie, ha risposto per la prima volta a una domanda diretta sulla sua possibile candidatura a Palazzo d'Orleans. "Per ora - ha detto - faccio il presidente del Senato e lo faccio dedicando anima e corpo, cercherò di portarla fino in fondo".

Una risposta all'insegna dell'equilibrio e che, di fatto, non esclude alcuna ipotesi. Di certo c'è che da più parti si pensa a Grasso come una strategia, forse l'unica al momento, "sicura". Su di lui potrebbe convergere tutto il centrosinistra, superando divisioni e scontri interni. Rosario Crocetta per primo ha già dato il suo sostegno: "Se il candidato dovesse essere Grasso, sarò il suo primo e leale sostenitore poiché una presidenza Grasso, sarebbe in linea con la mia visione politica".

E' pur vero che, secondo alcuni, nel futuro del presidente del Senato potrebbe esserci una poltrona ben più alta: ovvero quella del Quirinale. Ipotesi che il diretto interessato nei giorni scorsi non aveva escluso. "Da servitore dello Stato, quando mi chiamano, sono disponibile - ha detto nei giorni scorsi con i toni pacati e ironici a cui ci ha abituato - . Certo, bisogna vedere fra quanto tempo, ho una certa età".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto a smorzare i toni ci ha pensato il numero due del Pd Lorenzo Guerini: "Non si tiri per la giacchetta il presidente del Senato, che oggi fa un altro mestiere e la cui autorevolezza è un presidio per tutti. Al momento opportuno il Pd insieme agli amici e alleati della coalizione e alla società civile deciderà il percorso migliore per la scelta del candidato presidente. Adesso siamo tutti concentrati sui progetti concreti e sulle idee da realizzare". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente all'Acquapark, giovane batte la testa: ricoverato in gravi condizioni

  • Vendono frutta e verdura con il reddito di cittadinanza in tasca, nei guai 2 fratelli

  • Figlia morta dopo il Gratta e vinci perdente: chiesta condanna a 6 anni per la mamma infermiera

  • Rientra verso il b&b ma si perde e chiede indicazioni, turista picchiato e rapinato

  • "Facciamo sesso a tre o divulghiamo il tuo video hard": condannata coppia che minaccia fidanzata figlio

  • Tuffo all'Acquapark di Monreale, 26enne sarà sottoposto a intervento chirurgico

Torna su
PalermoToday è in caricamento