Regionali, Faraone e Ferrandelli di nuovo insieme per sostenere Alotta

Si ricostituisce il tandem tra l'esponente di punta dei renziani in Sicilia e il leader dei "Coraggiosi": il "collante" è rappresentato dall'ex vicepresidente del Consiglio comunale, in corsa per un seggio all'Ars con la lista del Pd

Salvo Alotta in mezzo a Faraone e Ferrandelli

Divisi alle Comunali, uniti alle Regionali. Davide Faraone e Fabrizio Ferrandelli si ritrovano assieme per sostenere la candidatura all'Ars tra le fila del Pd di Salvo Alotta, già consigliere comunale e vicepresidente di Sala delle Lapidi. 

Ieri, nel corso di una colazione-incontro con gli elettori (che ha visto la partecipazione di circa 800 persone), è stata ufficializzata l'intesa tra Alotta, Faraone e Ferrandelli. Per il sottosegretario alla Salute, esponente di punta dei renziani in Sicilia, e il leader dei Coraggiosi si tratta di un ritorno al passato. I due infatti, nel 2013, avevano costituito un tandem per scardinare quelli che definirono "i notabili del Pd". L'alleanza, suggellata dopo il passaggio di Ferrandelli nell'area renziana del Pd, non durò molto.

Adesso il "collante" tra Ferrandelli e Faraone è rappresentato da Alotta, che punta al Parlamento siciliano con un programma elettorale incentrato sul lavoro. "Per creare occupazione in Sicilia - ha spiegato Alotta - bisogna necessariamente allontanarsi dalle logiche assistenzialiste e clientelari, rendendo l'Isola appetibile per chi ha voglia di fare impresa".

Altro punto essenziale del programma dell'esponente de "I Coraggiosi" è costituito dal rilancio del sistema di trasporti regionale, "a cominciare dall'istituzione di un biglietto unico, per garantire i collegamenti tra le coste e le aree interne provando, allo stesso tempo, a sfruttare al massimo l'immensa ricchezza monumentale, storica e culturale di cui gode la Sicilia". Senza dimenticare l'istruzione, ha aggiunto Alotta, "vero e proprio strumento di rilancio per l'Isola: la scuola deve essere cuore pulsante di piccoli e grandi centri, un luogo inclusivo, sicuro, che sappia rappresentare un punto di riferimento per le famiglie e che offra ai giovani la possibilità di crescere, imparare, praticare sport e divertirsi".

Guardare al futuro significa anche rimanere connessi con la frontiera dell'innovazione: s'inserisce in tal senso la scelta di lanciare l'app "Salvo Alotta", già entrata in funzione e disponibile sia per le piattaforme Android sia per quelle iOS, attraverso cui il candidato all'Ars intende dialogare con i cittadini, e quindi con gli elettori, per lavorare fianco a fianco lungo il sentiero che porta alla costruzione della Sicilia di domani.

Alla colazione-incontro di erano presenti diversi esponenti del mondo della politica e dello sport: tra gli altri, l'ex campione europeo di mezzofondo Salvatore Antibo. "Spingiamo sull'acceleratore ancora per una settimana - ha concluso Alotta rivolgendosi ai presenti - e dal 6 novembre lavoriamo insieme per realizzare ciò che abbiamo programmato".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

Torna su
PalermoToday è in caricamento