Rappresentante indagata, Ferrandelli: "Contro di me usato metodo Boffo"

Il fresco vincitore delle primarie replica alle accuse sui presunti brogli allo Zen: "Non permetterò a nessuno di tradire il voto dei palermitani. Orlando? E' stato sconfitto. Impari a rispettare il risultato"

Fabrizio Ferrandelli

“Contro di me c'è una campagna ordita col metodo Boffo, una macchina del fango in azione. Ma io vado avanti, non permetterò a nessuno di tradire il voto dei palermitani”. Questa la risposta di Ferrandelli in conferenza stampa sull’inchiesta aperta dalla procura che ha portato una sua rappresentante di lista allo Zen ad essere indagata per “reato elettorale”.

ORLANDO. “Chi muove questa macchina del fango? Credo che Leoluca Orlando dovrebbe rispettare il risultato - risponde ai cronisti – e lui diceva che bisognava votare il sindaco Borsorlando, ma è stato sconfitto. Capisco che gli bruci, ma c'è un posto anche per lui e per Fabio Giambrone”. Sulla rappresentante di lista indagata. “Ho conosciuto Francesca Trapani quando faceva la rappresentante di lista di Leoluca Orlando nel 2007”.

DI PIETRO. “Ho sentito il presidente dell'Idv Di Pietro al telefono, so che oggi è stato operato e gli faccio un in bocca al lupo. Abbiamo avuto una lunga conversazione molto divertente e proficua e abbiamo deciso di aggiornarci nel fine settimana per parlare delle elezioni”.
 

Potrebbe interessarti

  • Igiene in casa, ogni quanto si devono cambiare (davvero) lenzuola e asciugamani

  • Api, vespe e calabroni non si uccidono ma si allontanano: ecco i rimedi naturali

  • Bonus casa a chi ristruttura, detrazioni fiscali per l'acquisto di mobili e condizionatori

  • Come conservare il cibo, ecco i 10 alimenti che vanno tenuti (sempre) fuori dal frigorifero

I più letti della settimana

  • San Vito Lo Capo, ragazzo monrealese di 20 anni cade dagli scogli e muore

  • Via D'Amelio, incontro in Questura: arriva Gigi D'Alessio e Fiammetta Borsellino va via

  • Medaglie d'Oro, "trasmetteva" Sky (quasi) gratis: nella stanza da letto 57 decoder e 187 mila euro

  • Prima il malore in casa, poi l'incidente in auto durante la corsa in ospedale: morto 51enne

  • Lo Stato mette in (s)vendita i suoi tesori: ci sono 36 case in viale del Fante

  • Tredicenne morto sulla Palermo-Mazara, padre positivo alle analisi: aveva cocaina in tasca

Torna su
PalermoToday è in caricamento