Pd, rinviata l'assemblea di domani Lupo: “Mi dimetto dopo le elezioni”

Accolta la richiesta del segretario regionale e del coordinatore della segreteria nazionale, Maurizio Migliavacca. L'assise si svolgerà il 27 maggio, dopo le amministrative.

Giuseppe Lupo

Il presidente dell’Assemblea regionale del Pd siciliano, Enzo Napoli, ha accolto la richiesta del segretario regionale del partito, Giuseppe Lupo e l’appello del coordinatore della Segreteria nazionale, Maurizio Migliavacca, e ha rinviato  al 27 maggio, ovvero dopo le amministrative, l’assemblea regionale, inizialmente convocata per domani.

Il segretario regionale del Pd, Giuseppe Lupo, attraverso una nota inviata  al coordinatore della segreteria nazionale, Maurizio Migliavacca, al presidente dell’Assemblea regionale, Enzo Napoli e ai segretari provinciali aveva chiesto  di rinviare l'assemblea del partito, prevista per domani, annunciando che rimetterà il proprio mandato subito dopo le amministrative. “Condivido i contenuti della lettera dell’8 marzo - ha detto Lupo nella nota - con la quale la segreteria nazionale del Pd, anche in vista delle prossime elezioni amministrative, rivolge al partito siciliano l’invito ad un impegno responsabile, solidale ed unitario, esprimendo la convinzione che la priorità debba essere quella di mettersi al servizio di una riscossa democratica in Sicilia”.

“Ritengo pertanto -prosegue la nota- che il dibattito ed i problemi interni al Pd siciliano potranno essere affrontati con maggiore serenità ed efficacia all’indomani delle prossime elezioni amministrative. Per garantire in questa fase il massimo di impegno unitario, condivido l’esigenza, e rivolgo tale richiesta al presidente dell’Assemblea di svolgere l’assise, convocata per domani, dopo le elezioni amministrative che coinvolgeranno circa due milioni di elettrici ed elettori della nostra regione. Annuncio –conclude la nota-  fin d’ora che in quella sede rimetterò il mandato per favorire l’unità ed aprire una nuova fase del Partito democratico in Sicilia”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Peppino lascia perdere. Non accettare provocazioni, Chi Ti vuole fare dimettere sono solo dei "Vecchi comunisti" Non cambieranno mai!. E' un vizio che non possono perdere. Non accettano, non hanno mai accettato, che uno "diverso" da loro possa diriggere quello che ritengono una loro proprietà esclusiva, la gestione del Partito. Le primarie sono solo un pretesto. Questi sin dall'inizio della Tua gestione si sono messi "sempre" di traverso. Se continui ad avere i numeri non lasciare. Sono sicuro che oggi nel PD cè una maggiore "Democrazia" e i Compagni e gli Amici del Partito sanno riconoscere le persone per bene. Buon lavoro.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    La coca sul camper e il maxi giro d'affari: "Che sono 300 chili di fumo? Un pelo di m..."

  • Cronaca

    Ha il reddito di cittadinanza ma viene sorpreso a Sferracavallo mentre lavora in nero

  • Cronaca

    Milano, l'autista palermitano è ubriaco: 66 parrocchiani in gita devono cambiare bus

  • Cronaca

    Fece esplodere una pen drive che ferì un poliziotto: Unabomber palermitano in manette

I più letti della settimana

  • Falsi incidenti per truffare le assicurazioni, scoperta altra banda: 16 arrestati e 25 indagati

  • Incidenti finti, lacrime vere: "Mattoni per rompermi il braccio, piangevo ma non si fermavano"

  • Ha il reddito di cittadinanza ma viene sorpreso a Sferracavallo mentre lavora in nero

  • La banda dei falsi incidenti, i nomi delle 41 persone coinvolte

  • "Ha provato a toccarmi", papà di una dodicenne picchia bidello di una scuola del Villaggio

  • Fiumi di droga da Calabria e Campania: smantellata banda, 19 arresti

Torna su
PalermoToday è in caricamento