Pennino al contrattacco: "Nessuno mi caccerà, Pd ha avuto paura della mia libertà"

In un post su Facebook la "pasionaria" dello Zen replica ai dem, che l'hanno messa alla porta: "In questa competizione il partito che voto non si presenta". Cuffaro? "Alleanze problema fazioso". Attacco alla "sinistra ipocrita": "Umilia le donne"

Rosi Pennino con Fabrizio Ferrandelli

"Nessuno mi caccerà mai da nulla, perché non devo chiedere il permesso a nessuno per credere nei miei valori. Ho lasciato la politica attiva, tessere e incarichi gratuiti di partito da oltre sette anni. In questa competizione elettorale il partito che voto non si presenta". Con un post pubblicato su Facebook Rosi Pennino, designata ieri assessore alle Politiche sociali da Fabrizio Ferrandelli ("I Coraggiosi"), risponde così alle critiche di numerosi esponenti di centrosinistra.

Critiche dovute al fatto che la "pasionaria" dello Zen - una vita a sinistra, nonché punto di riferimento del mondo del sociale - si sia schierata al fianco di Ferrandelli, che si presenta alle elezioni anche col sostegno di partiti del centrodestra e dell'ex governatore dell'Isola Totò Cuffaro. "Le alleanze sono un problema fazioso. Sono amministrative multicolor" scrive la Pennino, che ringrazia ancora una volta Ferrandelli: "Tu mi darai la possibilità di spendermi per il sociale e per chi ha bisogno. Altri mi hanno solo tenuta lontana per paura della mia libertà".

Proprio ieri il Pd, dopo la presentazione ufficiale assieme a Ferrandelli, ha messo la Pennino alla porta: "Ci dispiace che una persona impegnata nel sociale che è stata dirigente del Pd abbia deciso di spendere il suo volto per uno schieramento creato e guidato da uomini e forze politiche alternativi alla storia del centrosinistra. La scelta di Rosi Pennino è incompatibile con il Pd". Così recita la nota diramata dalla commissione dem per le amministrative.

Parole che accentuano il disseso della Pennino verso una sinistra che definisce "ipocrita" e che strumentalizzando il suo matrimonio con il sottosegretario alla Salute, Davide Faraone (schierato con Orlando), la definisce "ex". "Questa finta sinistra - conclude - umilia le persone, le donne, la loro dignità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Via Marchese di Roccaforte, comprano borragine ma è mandragora: gravi madre e figlia

Torna su
PalermoToday è in caricamento