Segreteria regionale Pd, Monastra: "Basta tessere, si torni sul territorio"

Presentata la candidatura del consigliere comunale, unica donna a concorrere per la poltrona di segretario. Dopo anni di militanza indipendente, abbraccia il Partito Democratico con l'intenzione di stabilire nuove regole condivise e nate dal confronto

(da sx) Piero David, Massimiliano Lombardo e Antonella Monastra

Abbandonare la vecchia concezione del partito e ritrovare la voglia di fare politica. La "logica delle tessere" deve fare spazio a scelte condivise e maturate sul territorio. Prosegue la campagna elettorale dei candidati alla poltrona della segreteria del Partito Democratico e questa mattina è toccato al consigliere comunale Antonella Monastra presentare il proprio programma. E lo ha fatto al fianco di Piero David, coordinatore per la Sicilia dell'area Civati e Massimiliano Lombardo. Concorrono alla segreteria anche l'uscente Giuseppe Lupo, Giuseppe Lauricella, Fausto Raciti e Antonio Ferrante. "Una delle prime cose che ho notato - spiega la Monastra - è l'esagerata quantità di regolamenti e norme interni al partito mascherati quali strumenti di tutela della democrazia interna".

La candidatura del consigliere comunale, l'unica donna in corsa, nasce ad appena una settimana dalla data utile per tentare l'impresa. Una "scelta difficile" dopo anni di militanza "indipendente", come lei stessa l'ha definita. Ma ha le idee chiare: è necessario dare una nuova rotta al partito, affinché non resti solo un gioco di tessere e si trasformi in uno strumento di confronto e condivisione, capace di creare modelli di sviluppo innovativi e nuove metodiche di lavoro. "Dobbiamo essere capaci di trasformare dissenso e conflitto in risorse per costruire - afferma la candidata -, in un momento in cui stare sul territorio è più importante che aprire circoli di partito ad hoc per incrementare il numero di iscritti, da utilizzare poi come 'merce di scambio' nelle contrattazioni politiche". Poi lancia una stoccata al partito, invocando la necessità di stabilire "regole semplici e trasparenti".

La sua filosofia politica, e le considerazioni fatte alla luce della candidatura, potrebbero essere "la giusta ricetta per continuare a lavorare nell'interesse pubblico. Le divisioni - spiega la candidata - sono nocive per tutti. Una dimostrazione di ciò la sta dando il presidente Crocetta, capace di dare speranza alla regione, ma vittima degli equilibri ormai sgretolati dell'attuale Pd. E anche di questo la Finanziaria ha sofferto. Troppe volte - conclude - si è preferito discutere chi spostare in quale assessorato piuttosto che affrontare i problemi della nostra terra". Ed è così che, strizzando l'occhio alle teorie dell'ex ministro Fabrizio Barca ed al pragmatismo di Pippo Civati, Antonella Monastra pensa a tematiche come sostenibilità, green economy, turismo, acqua e scuola pubblica, finanza etica ed altro ancora. Il tutto sfruttando razionalmente lo statuto autonomo siciliano, utilizzato sino ad ora per "attrarre elemosina".

"Il partito - ha spiegato la stessa Monastra - deve trasformarsi in un luogo capace di attrarre giovani, competenze e programmi. Non ha senso dare spazio ai personalismi, scegliendo leader che dettano le linee guida piuttosto che accogliere le istanze del popolo democratico e non solo". E sulle difficoltà del momento storico, politico ed economico non ha dubbi: nonostante il malessere dei cittadini, sono questi ultimi a potere e dovere dare la giusta spinta verso il cambiamento. E se la Monastra dovesse superare la prima fase "sarà il programma studiato la marcia in più verso la vittoria - spiega Lombardo - che darà una possibilità ai sostenitori del Partito Democratico di continuare a farlo senza per questo doversi vergognare".

Per scaricare le linee programmatiche dei candidati, cliccare sul singolo nome:

Antonio Ferrante

Giuseppe Lauricella

Giuseppe Lupo

Antonella Monastra

Fausto Raciti

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Belmonte, Bmw finisce fuori strada e prende fuoco: morti due ragazzi

  • Via Maqueda, colpito alla testa mentre passeggia: grave 33enne

  • Rovigo, palermitano strangola e uccide la moglie di 23 anni

  • Il duplice omicidio allo Zen, veglia notturna non autorizzata ai Rotoli: familiari allontanati

  • Mafia, sequestrato tesoro del boss Salerno: ci sono anche tabaccheria e focacceria

  • Pallavicino, prof rimprovera alunna: la mamma si fionda a scuola e lo schiaffeggia

Torna su
PalermoToday è in caricamento