Laura Boldrini "ricambia l'invito" e accoglie le donne dello Zen alla Camera

Lo scorso mese di marzo Boldrini aveva visitato il quartiere incontrando i residenti. A distanza di qualche settimana ha accolto a Montecitorio le stesse donne che le avevano aperto le porte di casa

Lo scorso mese di marzo le donne dello Zen avevano aperto le porte delle loro case a un'invitata che non capita certo tutti i giorni: il presidente della Camera Laura Boldrini. E oggi, a distanza di qualche settimana, l'invito è stato ricambiato. Enza, Cetti e le altre donne dello Zen hanno visitato Montecitorio.

"Qualche mese fa Enza e le altre donne - ha spiegato Boldrini - mi avevano aperto le porte di casa per raccontarmi delle loro vite e per dirmi quali sono le difficoltà quotidiane in quella periferia. Sono contenta che abbiano accettato il mio invito a venire nella capitale. E’ stata un’occasione per fare vedere loro da vicino come funziona la Camera dei deputati e per aggiornarmi su quello che, nel frattempo, è accaduto nel quartiere dove alcuni dei problemi di cui mi avevano parlato hanno trovato le prime soluzioni grazie alla sinergia tra associazioni, amministrazione comunale e istituzione".  (Laura Boldrini allo Zen - VIDEO)

"L'obiettivo - ha aggiunto Boldrini - è riuscire a dialogare, ad ascoltare, a capire le problematiche" e creare "una sinergia che funziona tra istituzioni, autorità locali e le persone del luogo, questo significa che c'è una collaborazione che avvicina le persone a chi cerca di dare loro le risposte, che è l'obiettivo del nostro sforzo".

"Mi ha fatto molto piacere ricevere la lettera del sindaco Orlando che dopo la mia visita ha mandato lì da voi delle squadre per togliere l'immondizia rimettendo i cassonetti, le strisce pedonali, la luce, i campetti di calcio", ha raccontato Boldrini ai giornalisti dopo l'incontro. La Camera è importante - ha detto la presidente - non è luogo astratto ma un luogo concreto in cui si decidono leggi che avranno implicazioni concrete sulla vita di tutti noi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

Torna su
PalermoToday è in caricamento