Consulenza antisprechi al Senato, Cammarata rinuncia all'incarico

La decisione arrivata dopo le polemiche contro l'ex sindaco "spendaccione". "Era una cosa che avrei fatto per passione e invece passo per uno a cui si sta facendo un favore"

Diego Cammarata @Tm News-Infophoto

L’ex sindaco Diego Cammarata ha rinunciato all’incarico come consulente al Senato per la lotta agli sprechi. "Ho inviato a Cicolani una lettera per rinunciare all'incarico, non tanto perchè credo che sia tutto irragionevole – ha dichiarato Cammarata ai microfoni di Tgcom24 - ma soprattutto perchè era una cosa che avrei fatto per passione e invece passo per uno a cui si sta facendo un favore. Ho già chiarito con il senatore Cicolani che, se vorrà, presterò la mia consulenza a lui, a titolo gratuito”.

Cammarata era stato chiamato dal presidente del Senato Renato Schifani in qualità di consulente per la realizzazione di un importante disegno di legge che riguarda i tagli alla spesa negli enti locali, con l'obiettivo di migliorare il funzionamento dei servizi pubblici. Una scelta che aveva scatenato diverse polemiche, visto che Cammarata è “accusato” dai suoi detrattori di aver mandato in fallimento il comune di Palermo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

Torna su
PalermoToday è in caricamento