homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Ztl, Di Matteo: "Troppi disservizi, posticipare l'entrata in vigore”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Ho l'impressione che l'amministrazione contro ogni ragione e ragionevolezza anche in quest'occasione rischi di mettere il carro davanti ai buoi. E' palese che il servizio di rilascio dei pass è stato gestito male,code interminabili, aspetti non chiari ad esempio riguardo la cosidetta "lista bianca". A mio avviso il problema è alla base come si può pretendere anche alla luce degli adempimenti richiesti dall'Assemblea Regionale Siciliana di far entrare in vigore un così importante ma soprattutto delicato provvedimento senza uno specifico regolamento-continua Di Matteo-la circoscrizione che rappresento: l'ottava è quella che sta "subendo" maggiormente i cambiamenti della Città.

Sia chiaro, nessuno è contro i lavori della Metropolitana o contro la ztl, ma in democrazia occorre "capire" i modi con i quali sviluppare e portare avanti i progetti. Ritengo che per le modalità con le quali si sono evolute le cose non ci sono i presupposti per fare partire la ztl, per ciò mi appello al buon senso dell'Assessore alla mobilità Catania e del Sindaco Orlando sono stati troppo grandi i disagi ed occorre dare più tempo ai palermitani, occorre aprire un confronto costruttivo e volto al dialogo serio con le catogorie cittadine interessate, per questo credo che bisogna prima approvare un regolamento che fissi bene le regole e solo fare entrare in atto in città le zone a traffico limitato".

Tommaso Di Matteo, consigliere dell'ottava circoscrizione

Torna su
PalermoToday è in caricamento