Scontro sul decreto sicurezza, niente residenza ai migranti: stallo all'Anagrafe

Il sindaco Orlando nei giorni scorsi ha invitato gli uffici a non applicare la legge, ma gli impiegati temono l'accusa di omissione o abuso di atti d'ufficio e al momento si limitano a prendere appuntamenti. Il Comune: "Sempre possibile depositare istanze e avviare iter"

Leoluca Orlando e Matteo Salvini

Da un lato le nuove norme nazionali in materia di asilo, con maglie più strette rispetto al passato, dall'altro le disposizioni del sindaco che invita gli uffici dell'Anagrafe a non applicare la legge in attesa di ulteriori approfondimenti. In mezzo ci sono le pratiche presentate all'ufficio stranieri e l'imbarazzo dei funzionari, anello di raccordo tra le due parti - Stato e Comune, Salvini e Orlando - che però sono in aperto conflitto. Così negli uffici di viale Lazio le operazioni procedono a rilento: i dipendenti si limitano a prendere degli appuntamenti "per discutere con gli interessati la questione". 

I quattro ufficiali - si legge sul Giornale di Sicilia - hanno anche inviato una lettera al primo cittadino: non vogliono firmare l’iscrizione all’anagrafe degli immigrati per evitare di disattendere una legge dello Stato ed esporsi all'accusa di abuso di ufficio. A dfesa dei lavoratori, anche dai sindacati Csa Ral e Uil Flp. "Gli ufficiali d’anagrafe  - si legge in una nota - sono nominati con decreto prefettizio e che in questa qualità sono soggetti alla vigilanza del prefetto e che a lui rispondono di eventuali abusi o omissioni di atti di ufficio".

Il capo area Maurizio Pedicone (che di pomeriggio sarà ascoltato in Consiglio comunale ndr) intanto ha spiegato che "nei giorni scorsi e per un numero limitato di casi, a seguito delle note vicende che hanno determinato incertezza sul piano giuridico e normativo, gli uffici competenti hanno proposto agli utenti un successivo appuntamento personale per la registrazione delle istanze. Ovviamente - chiarisce - tanto i cittadini stranieri quanto i cittadini italiani che volessero depositare al protocollo istanze di qualsiasi tipo possono farlo in qualsiasi momento per l'avvio della fase istruttoria che terminerà con accettazione o diniego entro i tempi previsti dalla normativa, previa, ove necessaria, interlocuzione con l'utente interessato".

Un clima teso quindi in viale Lazio. Gli uffici sono anche stati al centro di un "giallo", di un'ispezione - resa nota e poi smentita da più parti - da parte della Digos.

display elettronico anagrafe viale lazio-2

L’iscrizione all’anagrafe è il primo step per ottenere la residenza, la carta di identità, l’accesso al lavoro con regolare contratto e le varie forme di assistenza sociale. Il blocco era stato determinato da una circolare del prefetto inviata ai sindaci alla fine di ottobre, subito dopo l’approvazione del decreto Salvini (ma prima della conversione in legge ndr). Orlando ha invece detto ai dipendenti di disapplicare la legge e si è publicamente detto disponibile a firmare personalmente i certificati di iscrizione.

Al momento però - concretamente - tutto tace: duello mediatico a parte tra Comune e Viminale, le iscrizioni sono "ferme". Se Il sindaco procedesse con la firma si esporrebbe a denuncia per abuso di ufficio. La Prefettura ha anche competenza pure ad "annullare gli atti prodotti in violazione della legge". Il capogruppo di Forza Italia della Settima circoscrizione Pietro Gottuso, comunica che il Consiglio di quartiere ha approvato un ordine del giorno - a firma dei consiglieri Armetta, Puma, Gottuso e Sandovalli - che per tutelare i dipendenti comunali ufficiali d'Anagrafe, invita il sindaco Orlando a revocare le disposizioni sull'iscrizione anagrafica degli immigrati o a firmare in calce di persona gli eventuali atti d'iscrizione anagrafica.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Avatar anonimo di Senzapaura
    Senzapaura

    Ma chistu puru  contru  u statu si vuali  miattiri? Mi sembra come quello ché una volta disse: ( qui lo stato sono io ).  Resto in attesa che qualche presuntuoso demente mi corregge.

  • Impiegati dell'anagrafe, statevi accuort, il Sindaco vuole farvi fessi.

  • Bene, che firmi di proprio pugno ogni certificato. Solo così possiamo toglierlo di mezzo.

  • La legge non si discute ma si applica! In ogni caso ci sono sempre i mezzi è i modi per poterla affrontare in altra sede!

  • Ottimo! Finalmente anche a Palermo si rispetta qualche legge dello stato!

  • gli auguro a Orlando che lo caccino via da sindaco e vada a fare il manovale

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Raddoppio ferroviario, via ai lavori: "Entro il 2025 Palermo-Catania in treno in un'ora e 45 minuti"

  • Politica

    L'Amat vuole mettere le ali: idrovolanti per raggiungere l'aeroporto

  • Economia

    Futuro a rischio per lo storico bar Lux, lì Boris Giuliano sorseggiò il suo ultimo caffè

  • Economia

    Da una vita in piazza Borsa, il confettificio Veniero si arrende alla Ztl: “Ci trasferiamo, qui non passa più nessuno”

I più letti della settimana

  • Tragedia al Villaggio, ragazza si suicida lanciandosi dal balcone

  • Scoperta loggia segreta che condizionava la politica: 27 arresti, c'è Francesco Cascio

  • Schiaffo al clan di San Lorenzo, 10 arresti: "Preso anche il re dello spaccio allo Zen"

  • Ragazza va in bagno, poi esce con le vene tagliate: paura in un bar in zona via Libertà

  • Scoperta loggia supersegreta, ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Papà non legge messaggio sul gruppo Whatsapp, bimbo di 8 anni escluso dalla gita

Torna su
PalermoToday è in caricamento