Orlando e Salvini ancora ai ferri corti: "No al decreto sicurezza", "Pensi ai problemi della città..."

Con una nota inviata agli uffici, il primo cittadino ha disposto di non applicare quanto contenuto nel provvedimento voluto dal Viminale. Il vicepremier: "Con tutti i problemi che ci sono a Palermo, il sindaco sinistro pensa a fare 'disobbedienza' sugli immigrati"

Orlando e Salvini

Anno nuovo, scontri vecchi. Il 2019 non sembra avere portato con sè la "pace" tra il sindaco Leoluca Orlando e il ministro dell'Interno, Matteo Salvini. Al contrario lo scontro tra i due si riaccende. Oggetto del contendere è il decreto sicurezza. Con una nota inviata agli uffici, il primo cittadino ha detto chiaramente di non applicare quanto contenuto nel provvedimento voluto dal Viminale. In particolare a non piacere a Orlando sono le norme, ben più restrittive rispetto al passato, relative al permesso di soggiorno.

"Quelle preoccupazioni di un clima di incitazione dell'odio per il diverso - tuona Orlando - hanno trovato conferma, il governo ha buttato la maschera. Siamo davanti a una palese violazione dei diritti umani e a un provvedimento disumano e criminogeno, che, eliminando la protezione umanitaria trasforma i legali in illegali. Il decreto sicurezza - aggiunge Orlando - è un provvedimento disumano perché eliminando la protezione umanitaria, toglie ogni residuo di comprensione nei confronti del dramma dei migranti. Ma è  anche criminogeno perché trasforma in 'illegale' la posizione 'legale' di chi ha regolarmente un permesso di soggiorno. Un permesso che viene ottenuto per ragioni umanitarie e che alla scadenza non può essere riconfermato perché' non c'è più la protezione umanitaria. Un permesso che viene dato per effetto di un contratto di lavoro e che viene meno appena scade, senza i sei mesi necessari per potere trovare nuovo lavoro".

Salvini contro Orlando

E se Orlando lancia la sfida, Salvini lo segue. "Con tutti i problemi che ci sono a Palermo, il sindaco sinistro pensa a fare 'disobbedienza' sugli immigrati...", scrive su Facebook il vicepremier. Salvini ha poi aggiunto: "Sarò presto a Palermo per consegnare ai cittadini una villa vista mare confiscata a un mafioso. Spero che nel frattempo il sindaco trovi il tempo di occuparsi dei tanti problemi della sua città, invece di disobbedire alle leggi sull`immigrazione approvate dal Parlamento".

La controreplica di Orlando

Orlando ha disposto "di sospendere, per gli stranieri eventualmente coinvolti dalla controversa applicazione della legge, qualunque procedura che possa intaccare i diritti fondamentali della persona con particolare, ma non esclusivo, riferimento alle procedure di iscrizione della residenza anagrafica”.  "Non c'è nessun atto di disobbedienza civile, ho agito da sindaco - sottolinea Orlando - E' la semplice applicazione dei diritti costituzionali che sono garantiti a tutti coloro che vivono nel nostro Paese. Siamo davanti a un provvedimento criminogeno: ci sono migliaia, decine di migliaia di persone che oggi risiedono legalmente in Italia, pagano le tasse, versano contributi all'Inps e fra qualche settimana o mese saranno 'senza documenti' e quindi illegali. Questo significa incentivare la criminalità, non combatterla o prevenirla! E' certo, l'ho già detto più volte, che su alcuni temi, il rispetto dei diritti umani fra questi, il sindaco di Palermo ha una visione e una cultura diversa da quella del ministro dell'Interno, ma qui siamo di fronte ad un problema non solo ideologico ma giuridico, non si possono togliere diritti a cittadini che sono in regola con la legge, solo per spacciare per 'sicurezza' un intervento che puzza molto di 'razziale'".

La direttiva inviata agli uffici

Allegati

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (46)

  • Questo è quello che 30anni fa gettò fango su Falcone da Costanzo a canale5. Non ce lo dobbiamo dimenticare.

  • Orlando da sempre cerca solo visibilità e non si è mai concretamente occupato dei veri problemi di Palermo. Vuol dimostrare di avere grande valore morale ma nessuno ci crede.

  • Ollanno, hai rovinato Palermo!!!

  • Avatar anonimo di Olindo
    Olindo

    Non si può mischiare la disastrosa gestione dei rifiuti con la disobbedienza del sindaco al ministro. Orlando ha preso una decisione ragionevole e tempetiva di grande valore morale contro questo depauperamento umano  e culturale. Chi vuol capire capisca. 

  • ti finii a mierica.

  • e quindi il decreto sicurezza e una legge dello stato , non capisco xke il signor Sindaco la sta ignorando , ma non ha fatto un giuramento ??

  • caro sindaco aspetto con felicità lo Scioglimento del consiglio comunale e provinciale Modifica Il commissario, di solito un funzionario della carriera prefettizia, è nominato a seguito dello scioglimento del consiglio comunale o provinciale con lo stesso decreto di scioglimento, adottato dal Presidente della Repubblica su proposta del Ministro dell'interno, in esito ad una procedura avviata dal prefetto competente per territorio. Peraltro, iniziata la procedura ed in attesa del decreto di scioglimento, il prefetto, per motivi di grave e urgente necessità, può sospendere, per un periodo comunque non superiore a novanta giorni, il consiglio e nominare un commissario per la provvisoria amministrazione dell'ente.

  • Caro Sindaco Aspetto con grande voglia la tua

  • Carissimo Sindaco, lei sa cos'è la democrazia? Lei è stato eletto a Palermo e non di certo all'unanumità per cui le sue personali idee riguardo gli immigrati da tantissimi palermitani non sono condivise, ma non per questo insorgono o sono inubidienti nei suoi confronti di sindaco votato democraticamente! Ora sè nella sua testa gira qualche ragionevole porzione di democrazia deve accettare il fatto che questo governo seppure visto dalla sua ottica le sembra razzista, è comunque stato votato democraticamente dal popolo italiano. Il volere insorgere e diventare inubidiente nei confronti di un ministro non applicando la legge nazionale è una ribellione che non si addice ad un sindaco! Piuttosto perchè non si preoccupa di tutta l'immodizia che si accumula nelle vie di questa città, delle strade indecenti peggio di quelle da terzo mondo, dei giovani palermitani che scappano al nord ed estero ecc.. Questi dovrebbero essere le preoccupazioni del sindaco non scavalcare la legge nazionale.

  • Orlando è riuscito a farmi diventare simpatico Salvini

  • Ollanno ci ha l'arteriosclerosi, l'ho sentito dire da più di uno. Comincio a crederci. Ollanno si riempie la bocca con questa parola, ACCOGLIENZA, e poi due ragazzini rom assassinano un clochard che dormiva. Ma vi rendete conto quant'è inutile qjest'uomo./

  • Sindaco Orlando Quando finisci il tuo mandato sei da ricordare come il sindaco più pessimo di Palermo

  • Ci deve essere un modo per proteggersi anche se siamo a statuto speciale!!!!!

    • E questo è stato il guaio, questa Autonomia non doveva esserci. È stata creata ed inseguita da gente che voleva la Secessione, che ha preso per il c.. un bandito per poi farlo ammazzare con il classico stile mafioso perché troppo ingombrante e pericoloso. Così questa è diventata terra di mafiosi ad uso e consumo di mafiosi e guai a chi sgarra. Insomma uno Stato nello Stato. Purtroppo gli errori dei padri li stiamo pagando amaramente. Temo che passeranno almeno altre due generazioni prima che torni ad essere una terra normale.

  • Avatar anonimo di Olindo
    Olindo

    Il problema vero del ministro leghista è quello di regolare i conti con i suoi avversari, anche violando i diritti costituzionali e umanitari. Il suo primo bersaglio sono gli immigrati, poi vengono i giornalisti liberi che sprecano risorse da impiegare in altri settori, mentre i magistrati, che svolgono indagini delicate, sono trattati con durezza e disprezzo. Per non parlare dell’arroganza riservata ai centri sociali, alle organizzazioni no profit che salvano vite umane nel Mediterraneo. Oggi entra nel mirino anche il sindaco di Palermo  che cerca di contenere e ostacolare chi semina paure, odio e inutili contrapposizioni.

    • Avatar anonimo di FRANCO
      FRANCO

      Farneticazioni.

      • Questo o è qualcuno della Giunta o è un amico o è un parente di Ollanno. Ollanno sta facendo guadagnare un sacco di soldi a gente che fa questo lavoro schifoso sulla pelle di gente disperata. Devono venire da noi attraverso i canali legali. Hai capito? Sinnaco a sguazzo!

  • Ma non ci sta nessun modo per bloccare Orlando?

  • Dovrebbe essere cacciato a pedate immediatamente !!!!!

  • Avatar anonimo di Maria Concetta
    Maria Concetta

    Il governo ha il potere di rimuovere dall'incarico il  sindaco in questione?   

    • Tutto si può fare, basta volerlo.

    • il governo non può cacciare nessun sindaco se non per gravi e reiterati reati

      • Rifiutarsi di applicare una normativa imposta dallo Stato (perchè Salvini è parte dello Stato) è un reato grave che ti spodesta in pochi passaggi. Non so invece quanto incida il fatto che siate una regione a Statuto speciale sui poteri che ha lo Stato in merito alle destituzioni :/

  • Il caro Orlando quando si parla di immigrati e di Salvini un si stesse mai n'anticchia zittu anzi è il primo a difendere i migranti e a dargli tutti i beni di sto mondo,quando invece si parla delle migliaia di palermitani che da anni non trovano lavoro o della munizza che invade la città non fa un c... per risolvere i problemi.12 mila palermitani emigrati per colpa di un sindaco che se ne f... di Palermo e dei palermitani,ignorando tematiche come la disoccupazione ormai alle stelle,però pensa a fare travagghiare gli immigrati lasciando scappare via i palermitani.Orlando il sindaco più vergognoso d'Italia,meno male che è il suo ultimo mandato.

  • Ollanno, lascia perdere a Salvini e BA' QUAGGHIT'AMUNNIZZA RI MMENZESTRATI. 

    • Bravo

      • E mi pare giusto; vuole fare il mafioso anche con chi, per legge, è sopra di lui. Ollanno vorrebbe continuare ad alimentare questo turpe commercio di esseri umani, altro che accoglienza del cavolo. Se non vuole fare più il Sindaco che lo dica chiaramente, ne saremo tutti felici.

  • Avatar anonimo di FRANCO
    FRANCO

    PROBLEMI:Mortalita' infantile presso le classi piu' umili superiore alla media nazionale;Disagio sociale dovuto alla presenza straordinariamente alta di extracomunitari in città;Situazione di degrado sociale nei quartieri popolari con conseguente tasso di criminalità fra i piu alti di Europa;Stato della raccolta rifiuti solidi urbani fortemente deficitario;Trasporti pubblici non da terzo mondo ,ma da Bangladesh;Povertà e disoccupazione che equiparano Palermo ad una città indiana etc etc.........SOLUZIONE :cittadinaza illimitata agli extracomunitari.Ogni sei mesi ci vorrebbe una verifica sull'equilibrio degli amministratori pubblici.

  • Scusate,ma cmq,a prescindere dall'assurditá del provvedimento del sindaco,intravedo nel commento di Salvini una punta di nordismo,sicuramente si tratta di una mia personalissima interpretazione, ma con il suo "Con tutti i problemi che ci sono a Palermo"credo che possa essere un tantino legittima,per certo,sarebbe stata un po meno infelice un'espressione tipo:"con tutti i problemi che abbiamo in Italia,cosa ne pensate?

    • No. Secondo me hai capito male... era proprio un offesa a lui che non sa fare un c...

    • Ciò che ne penso io è che per un meridionale sarebbe assurdo votare Salvini. Riallacciandomi al concetto sulla mafia espresso più sotto, nel meridione, ed in SIcilia in particolare, risiedono tante persone oneste e lavoratrici, schiacciate ed oppresse da mafia e pessima classe politica, spesso colluse, dalle quali, in due secoli, non sono riuscite a liberarsi. Se esiste una possibilità per gli onesti, una sola, è quindi che qualcuno venga dall'esterno a fare piazza pulita, in nome e per conto dello Stato. Un partito secessionista, che di fatto predica "ognuno per sé e Dio per tutti", di fatto ci preclude quest'unica possibilità: Né basterebbe abolire il vocabolo "Nord" dal simbolo del partito per cambiare questo principio; ma sta di fatto che è bastato. Centinaia di migliaia di meridionali esasperati hanno preferito affidarsi a chi predica "Ognuno per sé e Dio per tutti" pur di cercare di liberarsi da questo giogo. Ecco dove siamo arrivati. Ed è evidente che Orlando è uno dei massimi rappresentanti di detto giogo.

  • a Palermo i giovani hanno deciso di non seguirla....infatti vanno via. vogliamo provvedere a creare un decreto legge per creare lavoro? ... .. .

  • Anche se umanamente i principi del nostro sindaco potrebbero essere condivisibili, non si spiega il suo voltare le spalle ai reali e contingenti problemi che assillano la nostra città, e il suo vivere tra le nuvole che fa rabbia.

    • Pienamente d'accordo

  • L'anno nuovo non sembra avere fatto tornare la ragione al vostro caro sinnaco Mohamed Hametovic Ollando Gran Califfo Del Cassaro anzi sembra essere peggiorato qui si andrà di male in peggio il suo sogno di trasformare Palemmo in una QASBA deve fare riflettere e di conseguenza mordersi la lingua tutti quelli che hanno commesso l'immensa porcata di votarlo.....

  • Forza matteo fallo fuori

  • bravo Salvini sei un grande è vergognoso di come ha ridotto la città di Palermo è solo interessato al centro storico da dove deve circolare lui con la sua scorta signor. Salvini venga quando può qui a Palermo a farsi un giro per le vere vie di Palermo cioè traverse e vie dove purtroppo solo perché non sono dentro il centro storico abbandonati dal mondo cose che un sindaco di una città non dovrebbe permettere è davvero uno schifo

  • Chi studia certe problematiche della storia della Sicilia, fa risalire le origini della "mentalità mafiosa" siciliana, che è quella che rende (quasi, si spera) invincibile la mafia, alla dominazione normanna, e più precisamente al periodo che va dal quattordicesimo al diciassettesimo secolo, quando vennero concesse le licentiae populandi di quelli che adesso sono divenuti i paesi dell'interno della Sicilia, da Villafrati a Sant'Angelo Muxaro. Con la licentia populandi, al feudatario veniva concesso anche il potere del mero et mixto imperio, e cioè la totale autonomia, svincolata dal potere centrale, di promulgare le leggi ed amministrare così così la giustizia civile e penale; difficilmente però veniva concesso lo ius necis, e cioè la possibilità di comminare la pena di morte. Fu da allora che cominciò a radicarsi nella mentalità del siciliano l'dea che esista un potere locale superiore a quello centrale, che occorre rivolgersi con deferenza a chi gestisce localmente ed in autonomia le leggi dellacomunità , piuttosto che all'autorità precostituita. Ognuno rifletta come vuole sull'argomento; però io continuo a chiedermi se Orlando pretenda anche lo ius necis; che non sarebbe attuato comminando la pena di morte, ma facendo morire i palermitani di una morte lenta e dolorosa...

    • mentalità mafiosa....mi sembra di ricordare qualcosa nell'albero genealogico di ollando

      • Il papà era un calibro da 90 ed ho detto tutto.

    • lei ha la mia massima stima. la penso come me Lei. buona giornata

  • la pulizia della città è da terzo mondo!!!

  • Avatar anonimo di salvatore
    salvatore

    Orlando sempre peggio, pensa ai problemi della tua città invece di pensare a Salvini. Comunque le leggi le deve rispettare anche Orlando, non è stato votato per fare il ministro dell'interno e per nostra fortuna.   

  • Orlando riesce a far diventare simpatico agli occhi dei Palermitani anche un leghista come Salvini. In questa città non funziona nulla, le strade sono colabrodo (ah, e non siamo a Roma...), mezzi pubblici inesistenti e Munnizza in ogni dove. Orlando farebbe bene a "Starisi n'anticchia zittu" e farsi un giretto nella sua fantastica città

Commenti meno recenti

Notizie di oggi

  • Politica

    "Cittadino italiano", il giuramento davanti al sindaco: risolto il caso del giovane figlio di rifugiati

  • Cronaca

    Omicidio a Partinico, donna accoltella il marito e poi si costituisce

  • Cronaca

    "Finiti i lavori sul ponte di via Basile": viale Regione torna alla normalità

  • Cronaca

    Corso Tukory, sgomberato il mercatino degli abusivi: liberato l'ingresso del Gemmellaro

I più letti della settimana

  • Boss si pente, terremoto nella mafia palermitana: arrestati il nipote del "Papa" e il figlio di Lo Piccolo

  • Incidente in via Libertà, tre feriti gravi: "Urla strazianti, un intero quartiere è sceso in strada"

  • Incidente sulla Palermo-Sciacca, auto contro scooter: morto sedicenne

  • Via Oreto, muore d'infarto mentre è al volante

  • Inseguimento da film, furgone contromano in viale Regione si scontra con la polizia: 4 feriti

  • Maxi incidente al porto, coinvolte tre auto e una volante della polizia

Torna su
PalermoToday è in caricamento