Ddl editoria, D’Asero (Pdl): “Tenga conto delle piccole imprese radiotelevisive e giornalistiche"

“L’editoria, quando opera con equilibrio e onestà, è lo strumento fondamentale per la circolazione dell’informazione pluralistica necessaria ad una vera democrazia"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“L’editoria, quando opera con equilibrio e onestà, è lo strumento fondamentale per la circolazione dell’informazione pluralistica necessaria ad una vera democrazia, ragion per cui è opportuno individuarla come iniziativa da sostenere “.

Questa la posizione del PdL all’Ars, come conferma il Capogruppo, Nino D’ Asero, per quanto riguarda il ddl sull’editoria posto in discussione in Aula.
“Il DDL all’esame dell’Aula – ha aggiunto il Parlamentare catanese - dovrà soprattutto tenere conto delle piccole imprese radiotelevisive e giornalistiche, sparse nel territorio, che svolgono il nobile compito di fare emergere le realtà locali”.

“Occorre – ha concluso D’Asero – verificare la possibilità d’inquadrare queste aziende come attività innovative affinché possano attingere ai fondi comunitari”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento